15 giugno 2016 | 15:40

Consegnata a Pitruzzella la lettera aperta degli editori Laterza sull’operazione Mondadori-Rcs Libri: l’Antitrust dia evidenza massima ai risultati dei controlli

È stata inviata stamattina al Presidente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, Giovanni Pitruzzella la Lettera aperta degli Editori Laterza, presentata e fatta circolare tra gli stand dell’ultima edizione del ‘Salone del Libro’ nella quale viene richiesto di dare massima evidenza ai risultati dei controlli che l’Antitrust, in merito all’acquisizione di Rcs Libri da parte di Mondadori, porrà in essere, con un dettagliato e chiaro resoconto nell’ambito della relazione che verrà presentata al Parlamento.

Nella foto, da sinistra Alessandro e Giuseppe Laterza

“Autorizzata l’acquisizione di Rcs-libri da parte di Mondadori, ci sono una serie di condizioni da rispettare: è fondamentale che noi tutti veniamo informati sul progresso della loro realizzazione. Solo così, sotto impulso dell’opinione pubblica, i controlli verranno resi pubblici e accessibili e potremo sperare nella loro reale efficacia. Le condizioni, da realizzare nell’arco dei successivi 3 anni e 6 mesi e non oltre, sono le seguenti:

1) l’invio agli autori, entro 60 giorni dalla delibera, di una comunicazione scritta che propone la sospensione delle clausole di prelazione;
2) la cessione a terzi delle società Bompiani e Marsilio;
3) la messa a disposizione dell’intero catalogo eBook a tutte le piattaforme di vendita che ne faranno richiesta;
4) la presenza e visibilità dei libri di editori terzi nei punti vendita di proprietà di Mondadori e affiliati per almeno il 40% dei titoli esposti nei Comuni in cui non siano presenti librerie delle catene Feltrinelli, Giunti e Ubik;
5) un finanziamento pari a 225.000 euro alle prossime tre edizioni della fiera “Più Libri Più Liberi”;
6) l’impegno a non peggiorare le condizioni applicate prima della delibera alle librerie indipendenti e di catena;
7) la donazione di libri a scuole e biblioteche pubbliche, carceri minorili e ospedali per 1 milione di euro a prezzo di copertina.”

Rileviamo che l’attuazione pratica di alcuni dei rimedi è assai difficile da riscontrare nel concreto funzionamento del mercato editoriale. Una tale situazione richiede da parte di tutti gli editori, gli autori, i librai, i distributori e soprattutto i lettori consapevolezza e vigilanza perché non venga in alcun modo ridotto quel pluralismo insieme economico e culturale che è alla base di una società libera”.

Tra i firmatari si leggono anche i nomi di Marco Mario Agliati, Filippo Andreatta, Francesco Antinucci, Natalia Augias, Gaetano Azzariti, Marco Baliani, Luca Barbareschi, Franco Bassanini, Maurizio Bettini, Piero Bevilacqua, Remo Bodei, Michael Braun, Mauro Calise, Alessandro Campi, Susanna Camusso, Guido Carandini, Lorenza Carlassarre, Marco Causi, Enzo Cipolletta, Simona Colarizi, Toni Concina, Tullio De Mauro, Piero Dorfles, Sergio Fabbrini, Anna Foa, Andrea Giardina, Luca Paolazzi, Nunzia Penelope, Pietro Reichlin, Stefano Rodotà, Giancarlo Santalmassi, Luca Serianni, Mirella Serri, Salvatore Settis, Walter Tocci, Pietro Veronese, Vittorio Vidotto, Lucio Villari.