21 giugno 2016 | 12:27

Gli U2, Katy Perry e Taylor Swift contro Google: grazie a Youtube guadagna dalla musica gratis, mentre noi artisti continuiamo a perderci. Lettera aperta di cantanti e major discografiche al Congresso Usa

Gli U2, Katy Perry e Taylor Swift contro Google. Ma anche Paul McCartney, Universal Music, Sony e Warner. Sono solo alcuni degli artisti e delle etichette che hanno sottoscritto la petizione del manager Irving Azoff, che ha scritto al Congresso Usa per protestare contro il Digital Millenium Copyright Act. Che consente a Youtube di fare soldi grazie all’infinita quantità di musica online e gratis, senza compensare gli artisti.

Bono Vox (foto: Olycom)

Con la piattaforma di condivisione video online, infatti, secondo gli artisti, “oggi chiunque può portare con sè qualsiasi canzone in tasca grazie ad uno smartphone, mentre i guadagni dei cantautori e degli artisti continuano a diminuire”, si legge.