22 giugno 2016 | 12:20

“Il giornalismo di qualità costa e dev’essere pagato”. Così il ceo del New York Times spiega perché l’abbonamento digitale per chi non vuole la pubblicità sarà più caro

Il ceo del ‘New York Times’, Mark Thompson, ha confermato dal palco del Festival internazionale della creatività Leoni di Cannes che il gruppo sta pianificando un abbonamento libero da pubblicità online e che costerà più dell’abbonamento standard.

Mark Thompson, ceo New York Times

“Il giornalismo che i nostri lettori apprezzano ha un costo reale e dev’essere pagato” per poter essere fruito. Dunque, in assenza di adv online, una simile soluzione scevra da spot e pop-up non potrà che essere pagata a più caro prezzo dell’abbonamento tradizionale, ha confermato Thompson.

Il ceo del ‘Nyt’ non ha svelato il prezzo finale dell’abbonamento speciale, precisa il ‘Wall Street Journal’.

Per il ’New York Times’, tuttavia, il digitale cresce ma non rende. Nonostante i 67mila nuovi abbonamenti nei primi 3 mesi dell’anno, infatti, la raccolta del web è calata del 6,8%.