22 giugno 2016 | 16:18

Riforma dell’editoria: il ddl in aula al Senato tra il 12 e il 14 luglio. La Fnsi: fondamentale per invertire la tendenza alla precarietà dilagante

Il ddl di riforma dell’editoria, all’esame della commissione Affari costituzionali del Senato, approda in Aula nella settimana dal 12 al 14 luglio, dopo il ddl Concorrenza. E’ quanto viene riferito al termine della conferenza dei capigruppo.

Luca Lotti, sottosegretario alla presidenza del consiglio (foto Olycom)

“La Federazione nazionale della stampa italiana saluta con favore la decisione dell’ufficio di presidenza del Senato di fissare per il 12 luglio l’avvio della discussione in Aula del ddl di riforma dell’editoria”. Lo affermano, in una nota, Raffaele Lorusso e Giuseppe Giulietti, segretario generale e presidente della Fnsi.

“L’auspicio”, proseguono, “è che, nel pieno rispetto dell’autonomia e della dialettica parlamentare, l’iter complessivo della proposta di legge si concluda in tempi brevi, comunque prima della pausa estiva. L’approvazione della riforma è fondamentale per porre le basi per il rilancio del settore editoriale e per rimettere in moto mercato del lavoro, invertendo la tendenza alla precarietà dilagante”.