22 giugno 2016 | 18:25

Hearst Magazines vara ‘One Hearst’, struttura che integra le funzioni chiave internazionali con quelle Usa. Il ceo David Carey: un unico ecosistema globale. A Moletto la responsabilità in Europa

Con il progetto denominato ‘One Hearst’, Hearst Magazines integra le funzioni chiave internazionali con team e leadership Usa. Nell’ambito della riorganizzazione, David Carey, president of Hearst Magazines, affida a Giacomo Moletto, ceo di Hearst Italia e Hearst Switzerland, la responsabilità in Europa.

David Carey, president of Hearst Magazines

“L’obiettivo ė lavorare per un unico ecosistema globale che permetta ai migliori contenuti, idee e strategie di Hearst di fluire naturalmente in ogni direzione geografica”, spiega David Carey. “E’ un periodo di cambiamento dinamico per tutti i media e per tutti i mercati e ‘One Hearst’ è pensato per sfruttare al meglio le nostre migliori capacità, persone e prodotti allo scopo di fare crescere la nostra azienda”.

Nell’ambito di questa evoluzione organizzativa, spiega Hearst, Giacomo Moletto, ceo di Hearst Italia e Hearst Switzerland, assumerà anche la responsabilità di Hearst in Spagna e Olanda, oltre alle joint venture in Western Europe.

Giacomo Moletto

La nuova organizzazione prevede, inoltre, un unico team digitale guidato da Troy Young, president di Hearst Magazines Digital Media a supporto dell’operato dei singoli mercati; viene creata un’unica struttura globale per la vendita advertising che farà capo a Michael Clinton, president for marketing and publishing director di Hearst Magazines, con il supporto di Andy Hart, chief revenue officer di Hearst Magazines International, e di Hearst Advertising Worldwide; infine Debi Chirichella senior vice president, chief financial officer di Hearst Magazines, guiderà il team finance.