22 giugno 2016 | 19:28

Sabato 25 giugno a Venezia la terza edizione di InspiringPr, il festival delle Relazioni pubbliche organizzato da FerPi

Per partecipare all’evento registrati qui.

“Il mondo delle relazioni pubbliche è un mondo vasto, ma spesso poco riconoscibile e InspiringPr è un’occasione per mescolare linguaggi, culture e professionalità, toccando mondi anche molto distanti tra loro, quest’anno si andrà dalla dialettica di Papa Francesco alla tecnologia per i disabili, che però hanno la comunicazione come tratto comune”, dice Patrizia Rutigliano, presidente della dalla Federazione relazioni pubbliche italiana, a proposito della terza edizione del festival del del festival delle Relazioni pubbliche e dei linguaggi che si terrà sabato 25 giugno a Venezia, nella suggestiva cornice della Scuola Grande di San Giovanni Evangelista.

“InspiringPR è promosso da Ferpi e organizzato da Ferpi Triveneto. “E’ nato come evento formativo e di relazione e pur essendo una manifestazione ancora giovane,ha già dimostrato una forte capacità di mobilitare idee ed energie”, prosegue Rutigliano. “Per la sua struttura e multidisciplinarietà, è sicuramente un evento innovativo nel panorama italiano, ma soprattutto ha dimostrato di saper raccogliere attorno ai temi del dialogo e delle idee le diverse realtà in cui la comunicazione opera, dalle imprese alle istituzioni, dalla stampa alla cultura e al digitale”.

La particolarità di InspiringPr sta già nella modalità di presentazione dei relatori: 14 testimonial (l’anno scorso erano 12), che si alterneranno sul palco con interventi di soli 10 minuti ciascuno, con inizio alle 10,30 per concludere alle 15,30. Davanti a loro un pubblico – l’anno scorso circa 180 persone – formato in particolare da professionisti della comunicazione, imprese, studenti e neolaureati, in generale da persone interessate alla comunicazione.

Il tema scelto per quest’anno è “Il dialogo”. “InspiringPR è diventato un evento di riferimento per la comunità dei relatori pubblici e comunicatori italiani”, ha spiegato a questo proposito Filippo Nani, delegato di Ferpi Triveneto, “perché è un’occasione utile per trovare spunti e riflessioni su come cambia il mestiere di comunicatore, ma anche e soprattutto per fare networking e incontrare professionisti provenienti da tutta Italia. In questa terza edizione, inoltre, è stata fatta una particolare attenzione nella scelta degli speaker, guardando a mondi anche molto lontani tra loro, ma tutti accomunati dalla necessità di dialogare con i propri stakeholder”.

Aprirà la giornata Alberto Toso Fei, scrittore e giornalista, con una performance su “Il dialogo ai tempi della Serenissima: bizantinismi, confronti, scontri”. Seguiranno Nicholas Caporusso, ideatore di un guanto elettronico che permette ai non vedenti di usare tablet e smartphone; Bruno Mastroianni, direttore dell’Ufficio Comunicazione dell’Opus Dei in Italia; Daniele Bellasio, caporedattore centrale del Sole 24 Ore, esperto di big data; Carmen Sergi, blogger e collaboratrice di Save the Children; Mitja Gialuz, presidente della Società velica Barcola e Grignano, che dal 1969 organizza la Barcolana, la regata più affollata del mondo; Vera Gheno, gestore del profilo Twitter dell’Accademia della Crusca; Luca Primavera, direttore Comunicazione Corporate del Gruppo Zambon; Daniele Chieffi, responsabile Digital Pr del Gruppo Eni; Bruno Bertero, direttore marketing dell’Agenzia per il Turismo della Regione Friuli Venezia Giulia; Antonio Deruda, specialista nell’uso dei social media in ambito internazionale; Paolo Volpe, consulente e formatore; Giovanna Tinunin, specialista di counseling e progetti di benessere organizzativo; Mariacristina Gribaudi, presidente della Fondazione Musei Civici di Venezia.
A sostenere l’iniziativa, oltre ovviamente alla Ferpi, sono SisalPay, Coca Cola Italia, Berto’s, Birra Antoniana. L’ingresso è libero, ma bisogna prenotarsi attraverso il sito Inspiringpr.it. Il biglietto costa 15 euro e include il pranzo a buffet, ma è gratuito per i soci Ferpi e Uniferpi.

I giornalisti possono accreditarsi sempre tramite il sito. E’ prevista una ampia su Facebook, Instagram, YouTube, e Twitter, con un digital team composto dagli studenti delle università Padova e Gorizia dove la Ferpi è presente con la propria sezione studenti (Uniferpi).