28 giugno 2016 | 15:59

Carlo Fontana confermato alla presidenza dell’Agis: nei prossimi tre anni riscriveremo le norme dell’intero comparto dello spettacolo

Carlo Fontana è stato eletto all’unanimità alla presidenza dell’Associazione generale italiana dello spettacolo (Agis), per il periodo 2016-2019. L’assemblea generale dell’Agis, che si è riunitaa oggi a Roma in rappresentanza delle associazioni, delle federazioni aderenti e delle unioni territoriali Agis, ha inoltre eletto, su proposta del nuovo presidente, quale vicepresidente vicario Lugi Cuciniello. Gli altri componenti dell’ufficio di presidenza sono: Filippo Fonsatti, Domenico Dinoia, Adriano Bianchi, Carlo Bernaschi, Massimo Piccaluga, Vincenzo Spera, Francesco Maria Perrotta, Raimondo Arcolai, Franco Oss Noser, Luigi Grispello, Giovanni Lippi e Valerio Toniolo. Tesoriere è stato confermato Luigi Boggio. L’ufficio di presidenza sarà completato da un rappresentante dei teatri di tradizione non appena verrà rinnovata la governance della corrispondente associazione.

Carlo Fontana (foto Olycom)

Carlo Fontana (foto Olycom)

Carlo Fontana, ricorda una nota, ha rivestito fra gli altri, nella sua carriera, il ruolo di sovrintendente del Teatro alla Scala di Milano dal 1990 al 2005, e del Teatro Comunale di Bologna dal 1984 al 1990. E’ stato inoltre senatore della XV Legislatura. Durante i lavori dell’assemblea, Carlo Fontana ha sottolineato l’importante azione svolta nei tre anni precedenti, che ha consentito all’Agis di tornare ad essere primario interlocutore sulle politiche di settore. “I prossimi tre anni – ha dichiarato – saranno protesi al rafforzamento dell’immagine dell’Agis, e al supporto, nell’assoluto rispetto dell’autonomia delle istituzioni, nella riscrittura delle norme dell’intero comparto dello spettacolo”.

L’assemblea dell’Agis ha altresì proceduto alla elezione del collegio dei revisori dei conti composto da Simone Maria d’Arcangelo, Daniela Frusone e Paolo Varriale.

Eletti probiviri Alberto Francesconi, Alfonso Malaguti, Giuseppe Albenzio, Antonio Buccioni e Franco Punzi.

Nel corso dell’assemblea è stato tributato, da parte dei presenti, un caloroso applauso in memoria di Bud Spencer, scomparso ieri a Roma.