Paolo Del Debbio risponde a Qn: non farò il portavoce di Forza Italia, vado avanti col mio lavoro che mi consente di essere più libero

«Diciamolo subito; a me piace stare back non in front. Dunque, come si dice in un noto programma tv, ‘ringrazio il notaio, cioè Berlusconi, di averci pensato, ma vado avanti a fare il mio lavoro’. Questo mi rende anche più libero di dire quello che penso…», dice Paolo Del Debbio a Qn riferendosi all’eventualità espressa ieri dal quotidiano che il giornalista potesse “prendere su di sé il ruolo di ‘front man’ come portavoce” del partito Forza Italia.

Paolo Del Debbio

«Ho trovato inelegante, maleducato, irrispettoso e privo di qualsiasi senso del galateo e dell’uso di mondo, aver convocato un comitato di presidenza di Forza Italia per scannarsi su questo benedetto ‘cerchio magico’ nel giorno in cui si operava Berlusconi. Davvero, da non crederci. E se questo è l’aperitivo che serve l’attuale classe dirigente del partito, allora non c’è da aspettarsi nulla di buono per il futuro», aggiunge De Debbio a QN.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Cda Rai: votazioni su Rousseau per i candidati M5S. Tra i profili scelti anche la cronista del Tg1

Mediaset e F2i alleate per Ei Towers: Opa sull’operatore delle torri già partecipato dal gruppo di Cologno

Mondiale, Pier Silvio Berlusconi: sono orgoglioso, è servizio per il pubblico – I NUMERI del primo Mondiale Mediaset