New media, TLC

29 giugno 2016 | 11:59

Cresce l’uso delle app di chat ma il settore delle comunicazioni in Italia perde ricavi per 8 miliardi. Ecco perché, secondo l’Agcom, si potrebbe chiedere un contributo a Google, Apple e Facebook per l’utilizzo delle reti (INFOGRAFICHE)

Aziende come Facebook, Google e Apple, che offrono servizi di messaggistica istantanea e chat attraverso la rete internet potrebbero dover pagare un contributo alle tradizionali compagnie di telecomunicazione per l’utilizzo delle reti e infrastrutture. Lo ipotizza l’Agcom nell’indagine conoscitiva sullo “sviluppo delle piattaforme digitali e dei servizi di comunicazioni elettronica”.

In Italia, come nel resto d’Europa, gli sms sono ancora più utilizzati (dal 90% di chi possiede uno smartphone o tablet) rispetto ai servizi di messaggistica istantanea, come Whatsapp e Facebook Messenger (80%):

Ma i ricavi da sms sono in calo da anni in Italia (dati in milioni di euro):

E se a ciò si somma la sempre minore spesa degli italiani per i servizi voce (dati in miliardi di euro), dovuta al maggiore utilizzo di chat e mail, si capisce la preoccupazione dell’Agcom perché le dinamiche di mercato non “sembrano sempre in grado di garantire, in assenza di interventi, l’equilibrio competitivo fra i diversi attori coinvolti”: Ott da un lato e Telco dall’altro.

“Alcuni operatori di comunicazioni”, ricorda l’Agcom, “ritengono che gli Ott, al pari degli operatori virtuali di rete mobile, dovrebbero essere tenuti a pagare un corrispettivo per l’utilizzo delle infrastrutture di rete, di cui gli Ott si avvantaggiano per alimentare i rispettivi modelli di business e i cui costi (per la manutenzione e l’aggiornamento) sono tuttavia sostenuti dai soli operatori di rete”.

Una soluzione va trovata, secondo l’Agcom, anche perché l’intero comparto delle comunicazioni (fisse e mobili) in Italia ha perso ricavi per oltre 8 miliardi di euro dal 2008 ad oggi.

E la scenario internazionale parla chiaro: gli sms stanno cadendo in disuso, mentre cresce il traffico su piattaforme di istant messaging e chat (numero di messaggi medi mensili per utente nel mondo):

Ecco le app di messaggistica più utilizzate in Italia (dati in migliaia di euro):

Leggi o scarica l’indagine dell’Agcom