Google nel mirino dell’Antitrust europea per la terza volta. Il regolatore Ue pronto a sollevare rilievi sull’abuso di posizione dominante nella pubblicità online tramite AdWords

Google torna nel mirino dell’Antitrust europea per la terza volta. Secondo quanto riporta la Reuters, il regolatore Ue starebbe per sollevare rilievi sui servizi di pubblicità online – sulla piattaforma Adwords in particolare – connessi alle funzioni di search del motore di ricerca.

Larry Page

Larry Page, fondatore di Google, ora ad di Alphabet

La Commissione Europea, riporta il sito dell’agenzia Bloomberg, non ha commmentato la notizia e anche i portavoce di Google non hanno replicato.

Secondo il ‘Wall Street Journal’, le nuove accuse potrebbero arrivare entro agosto ed essere accompagnati da una multa.

In passato Google era già stata accusata due volte per abuso di posizione dominante, nel 2015 e nel 2016.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Thompson (Nyt) giudica gli Ott: Google creativo, Fb complicato, Tw migliora ma sui social poca trasparenza

Inpgi contro Unci. Galimberti: intimidatoria richiesta danni dell’istituto a 14 cronisti

Nasce la Serie Bkt. Il produttore di pneumatici off-highway title sponsor del campionato cadetto