De Agostini Libri cede White Star. Il gruppo editoriale: operazione inserita nel progetto di semplificazione del portafoglio di business

La De Agostini Libri ha ceduto il ramo d’azienda relativo alla pubblicazione dei libri a marchio White Star (libri illustrati ed edizioni fotografiche). Ad acquisirlo una newco, la White Star srl, partecipata al 35% da NavaPress, al 35% da Vis Value Partecipazioni, società di investimento facente capo a Pietro Boroli, presidente di Agostini Editore, al 20% dal manager Roberto Nardini e al 10% da Andrea Pasquino, manager della White Star.

Pietro Boroli, presidente di Agostini Editore (foto Olycom)

Per il gruppo De Agostini, come riporta l’agenzia Ansa, la cessione del ramo d’azienda, che conta 27 dipendenti, “si inquadra nell’annunciato progetto di semplificazione del portafoglio di business del gruppo editoriale, al fine di conseguire un assetto industriale più efficiente e una maggiore focalizzazione sul mercato internazionale del Partworks e su quello italiano relativamente ai settori Education, all’editoria libri di varia non illustrata e Kids e sui canali televisivi satellitari e digitali di De Agostini digital”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Facebook, nel 2017 raddoppiata la spesa per lobbying in Ue. Da 1,2 a 2,5 milioni di euro

Nbc entra nel consorzio OpenAp dove raggiunge Fox, Turner e Viacom

Formiche, Roberto Arditti nel Cda e direttore editoriale. Cresce l’ebitda di Base Per Altezza