06 luglio 2016 | 18:00

Spero che il via libera dall’Antitrust Ue per la fusione tra Wind e 3Italia arrivi tra agosto e settembre, dice l’ad di Wind, Ibarra. L’ingresso di Iliad in Italia come quarto operatore? Sono mercati competitivi, servono investimenti

“Speriamo che il via libera della Commissione Ue alla fusione tra Wind e 3 Italia arrivi nel più breve tempo possibile tra agosto e settembre, come dovrebbe succedere”. A dirlo l’a.d. di Wind, Maximo Ibarra, rispondendo a una domanda sui tempi per il via libera da Bruxelles alla fusione tra le due società a margine dell’evento annuale Ericsson in Senato. “Dopo l’operazione saremo la realtà piu’ grande nel mobile. Abbiamo piani importanti di investimenti e di innovazione e per fare questo avremo bisogno anche di competenze per questa notevole fase di sviluppo”, ha aggiunto, secondo quanto riportano le agenzie.

Maximo Ibarra

Maximo Ibarra, ad di Wind

“Non entro nel merito del quarto operatore, poichè le sue scelte rientrano nell’ambito di politiche commerciali proprie”, è stata invece la sua risposta a chi gli chiedeva di Xavier Niel, patron di Iliad, che ha stretto un accordo in esclusiva per rilevare gli asset che saranno da dismettere per arrivare alla fusione tra Wind e 3 Italia e che gli consentiranno di diventare il quarto operatore nel mobile in Italia. “Sono mercati competitivi dove bisogna fare molti investimenti”, ha concluso Ibarra.