11 luglio 2016 | 18:02

I vertici dell’Fnsi, Giulietti e Lorusso, ricevuti dal sottosegretario Lotti, che conferma l’impegno del governo ad approvare in tempi brevi la riforma dell’editoria e ad abolire il carcere per i giornalisti

Il presidente e il segretario generale della Fnsi, Giuseppe Giulietti e Raffaele Lorusso, “hanno incontrato oggi l’onorevole Luca Lotti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’editoria.

Giulietti e Lorusso, riferisce una nota del sindacato, “sono stati ricevuti a Palazzo Chigi, nell’ambito delle iniziative promosse nella Giornata nazionale di mobilitazione indetta dalla Fnsi per giungere in tempi brevi all’approvazione del ddl di riforma dell’editoria, di cui domani comincerà al Senato l’esame degli emendamenti, e per riportare all’attenzione delle istituzioni e del Parlamento la cancellazione del carcere per i giornalisti e la tutela dei cronisti minacciati”.

Luca Lotti (foto-Olycom)

Luca Lotti, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega all’editoria (foto-Olycom)

Secondo la Fnsi, “è necessario che, nel rispetto dell’autonomia del Parlamento, il ddl di riforma sia approvato in tempi brevi per dare al settore maggiori certezze, creando le premesse per il rilancio del mercato e la ripresa dell’occupazione. Lorusso e Giulietti hanno auspicato che il confronto fra governo e parti sociali prosegua anche nella fase successiva di messa a punto dei decreti attuativi della legge delega per far sì che i temi della tutela dell’occupazione e della lotta al precariato siano tradotti in norme vincolanti”.

Presidente e segretario generale della Fnsi, prosegue il comunicato, “hanno chiesto al sottosegretario Lotti di sollecitare la rapida approvazione delle norme abrogative del carcere per i cronisti, così come richiesto dagli organismi internazionali, e di misure di contenimento e di contrasto del fenomeno delle querele temerarie”.

“Il sottosegretario Lotti ha confermato l’impegno del governo per arrivare alla rapida approvazione del ddl di riforma dell’editoria, annunciando piena disponibilità al successivo confronto sui regolamenti – conclude la nota – e l’impegno a favorire il definitivo via libera ai provvedimenti di tutela dei cronisti minacciati. Nella giornata di domani segretario generale e presidente della Fnsi saranno ricevuti dal presidente del Senato Pietro Grasso”.