Cairo: come è possibile che il Giro d’Italia valga meno di un quarto del Tour de France? I diritti tv dovrebbero rendere molto di più

Se l’Opa di Urbano Cairo per Rcs dovesse andare in porto, uno dei punti del piano industriale prevede la valorizzazione dei diritti televisivi in Italia e all’estero della Corsa Rosa organizzata da Rcs Sport. E il Giro d’Italia, secondo Cairo, vale molto più di un quarto del Tour de France, eppure fattura 25 milioni contro i 110 della Grande Boucle. Solo di diritti tv, infatti, il Tour incassa 44 milioni, mentre in Italia, la Rai paga 5 milioni per trasmettere il Giro e i diritti all’estero valgono solo 7 milioni di euro. Senza contare che maggio, quando si corre il Giro, è un momento molto più appetibile di luglio, quando si corre il Tour, per gli investitori pubblicitari. Considerazioni esposte in occasione della presentazione dei palinsesti di La7 a Milano.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Video correlati

Giornalismo e informazione secondo Marcello Foa

Lo spettacolo dell’eclissi di luna (rossa) che ha incantato il mondo nelle straordinarie immagini della Nasa

Ce la farà la nonna con due protesi al ginocchio e un pacemaker a battere Peter Sagan?