13 luglio 2016 | 19:38

Un’occasione per mischiare diversi linguaggi, coinvolgendo la città di Milano. Torna la terza edizione del ‘Tempo delle Donne’. Al centro degli incontri il tema ‘Sesso e Amore’

di Daniela Colombo – Torna per il terzo anno consecutivo il ‘Tempo delle Donne‘, l’evento nato da un’idea di ‘La 27ma Ora’, il blog in rosa del ‘Corriere della Sera’, in collaborazione con Io Donna, Fondazione Corriere, Valore D e l’assessorato alla Cultura del Comune di Milano.  Ad ospitare la manifestazione, dal 9 all’11 settembre, saranno gli spazi della Triennale e del Teatro dell’Arte di Milano.

Nella foto, da sinistra Luisa Pronzato; Diamante d’Alessio, direttore di Io Donna; Pier Gaetano Marchetti, presidente della Fondazione Corriere; Filippo Del Corno, assessore alla cultura del Comune di Milano; Barbara Stefanelli, vicedirettore vicario del Corriere; Michela Mantovan, caporedattore del ‘Corriere’ e Sandra Mori, presidente di Valore D

Dopo le inchieste sul lavoro nel 2014, e sulla maternità nel 2015, ‘Sesso e Amore’, il tema che già da qualche mese è al centro dei racconti de ‘La 27ma Ora’, farà da filo conduttore a incontri, laboratori, spazi di sport e gioco, pensati anche per i più piccoli, e workshop, come quello organizzato da Valore D, giocato sul valore che la felicità, che compongono il ricco palinsesto. Tanti gli ospiti annunciati, dal regista Pupi Avati, all’attrice Cristiana Capotondi, alle atlete Ivana De Martino ed Elisa Di Francisca, senza dimenticare alcuni volti noti della comicità al femminile come Paola Cortellesi e Geppy Cucciari, e della musica, come Elisa, Emma, Malika Ayane, Noemi e Francesco Renga, solo per citarne alcuni.

I temi e gli appuntamenti al centro della tre giorni

“Il nostro blog 5 anni fa è nato affrontando la violenza sulle donne. Ci siamo accorte di quanto l’educazione sentimentale, sessuale e di genere sia il nodo da sciogliere per cambiare alle radici i rapporti tra le parsone e le asimmetrie nel modo di vivere le relazioni”, ha raccontato Barbara Stefanelli, vicedirettore vicario del ‘Corriere’, spiegando il perchè della scelta di un tema come sesso e amore alla conferenza stampa di presentazione dell’evento.
Non solo ricerche e pareri di esperti, ma anche esperienze e testimonianze a scandire un’inchiesta che, per citare Pasolini e i suoi ‘Comizi d’amore’ realizzati nell’Italia degli anni ’60 affrontando lo stesso tema, vuole essere “matematica e caotica contemporaneamente”, ha aggiunto Stefanelli.
“Scienza, tecnologia e battaglie civili hanno separato tra loro sesso e amore, trasformandoli da inquilini a volte forzati in compagni di viaggio”, ha aggiunto Michela Mantovan snocciolando insieme a Diamante d’Alessio, direttore di Io Donna, alcuni dati statistici e alcuni argomenti che gravitano attorno al tema centrale e che saranno discussi anche nella tre giorni milanese, dalla castità, al romanticismo, passando per la durata dei matrimoni, fino ad arrivare alla letteratura erotica e al sesso al tempo del web, tra siti di incontri e sexting.

“Il Tempo delle Donne per la città di Milano è un’occasione di dibattito, che, unendo momenti di riflessione e confronto al divertimento, offre nuovi stimoli e spunti interessanti anche per le istituzioni”, ha ricordato l’assesore alla cultura del Comune di Milano, Filipppo Del Corno.
Un format che unisce diversi linguaggi, che dà la possibilità di affrontare anche temi delicati, e che testimonia come il futuro dell’informazione sia nell’integrazione, ha invece definito l’iniziativa il presidente di Fondazione Corriere Pier Gaetano Marchetti.
“Insomma più di un convegno, ma un festival che è frutto di un grande lavoro di squadra che coinvolge indistintamente donne e uomini all’interno delle redazioni del Corriere e non solo”, ha concluso Stefanelli.

Paola Turci, durante la sua esibizione con ‘La Libertà’ di Giorgio Gaber

Diversi gli sponsor dell’iniziativa. Samsung e Vodafone sono main partner, rispettivamente con un progetto per valorizzare il talento di donne in difficoltà e con un’inchiesta che affronta la cultura dell’inclusione in azienda. Garnier, premium partner, con un’inchiesta sul tema dell’essere se stesse e sul desiderio di una bellezza naturale. Premium Partner anche Real Time, canale 31 del gruppo Discovery Italia, che dialoga sui fenomeni dell’amore digitale nei nuovi format televisivi. Poste Italiane partecipa con l’iniziativa Lettere d’Amore. Sul versante scientifico Edison punta a combattere lo stereotipo della scarsa attitudine delle donne per le discipline scientifiche, portando sul palco le testimonianze di scienziate e ricercatrici italiane. Intesa Sanpaolo indaga il rapporto tra lavoro e felicità attraverso la piattaforma WorkHer. Dodo è protagonista della Festa del Tempo delle Donne e di un contest dedicato alle lettrici di Corriere della Sera. Fujifilm Instax è il partner dei momenti legati alla fotografia e premierà un talento femminile nel campo della letteratura. Matchless è partner ufficiale della Women Rider’s Night, il motoraduno del Tempo delle Donne tutto al femminile. Teva Italia parla di donna e salute. Yves Rocher racconta Terre de Femmes, la prima edizione italiana del celebre riconoscimento internazionale che premia le donne impegnate per lo sviluppo eco-sostenibile. Alce Nero si dedica al benessere dei partecipanti ai programmi sportivi in palinsesto. Radio Italia è la radio ufficiale dell’iniziativa.