Italians and the Uk. Un libro e un web documentary per raccontare la presenza dei nostri connazionali in Inghilterra

Raccontare la presenza italiana in Gran Bretagna dagli inizi del Novecento ai giorni d’oggi attraverso storie individuali, di comunità e di famiglia. Questo l’obiettivo del progetto ‘Italians and the UK’, prodotto da Lorenzo Colantoni e Riccardo Venturi con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e in collaborazione con National Geographic Italia, presentato il 14 luglio a Roma.

La comunità italiana nel Regno Unito è infatti la più grande al di fuori dell’Italia, forte di almeno cinquecentomila, forse addirittura ottocentomila nostri connazionali in tutto il paese, grazie all’influsso eccezionale degli ultimi anni (+71,5% tra 2012 e 2013), ma anche ad una presenza storica che va avanti da oltre un secolo ed è però ancora poco conosciuta.

Edito da Peliti Associati, il libro, che uscirà anche come reportage sul numero di agosto di National Geographic Italia, si suddivide in 5 capitoli (Italians from the World’s End, Family Life, Prisoners of War, Sweat, Dreams and Bricks e 24hours London) e vuole riassumere le tappe della presenza di nostri connazionali in Inghilterra, rompendo anche alcuni stereotipi.

Accanto al testo anche un web documentary nato dalla collaborazione con National Geographic Italia e lo Studio di comunicazione Scomunicare realizzato partendo da un portale multimediale in cui sedici storie, vengono raccontate da un mix di foto, video, testi e materiali d’epoca raccolti dagli autori sul campo, dagli arcipelaghi all’estremo nord del Regno Unito fino all’isola di Wight sulla Manica, passando per Londra.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Wired Next Fest 2018, a tema la contaminazione

Il mercato Usa soft-luxury analizzato da Contactlab

Al via il tandem La Stampa-Forbes Italia