Mercato

14 luglio 2016 | 16:55

Italians and the Uk. Un libro e un web documentary per raccontare la presenza dei nostri connazionali in Inghilterra

Raccontare la presenza italiana in Gran Bretagna dagli inizi del Novecento ai giorni d’oggi attraverso storie individuali, di comunità e di famiglia. Questo l’obiettivo del progetto ‘Italians and the UK’, prodotto da Lorenzo Colantoni e Riccardo Venturi con il sostegno del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e in collaborazione con National Geographic Italia, presentato il 14 luglio a Roma.

La comunità italiana nel Regno Unito è infatti la più grande al di fuori dell’Italia, forte di almeno cinquecentomila, forse addirittura ottocentomila nostri connazionali in tutto il paese, grazie all’influsso eccezionale degli ultimi anni (+71,5% tra 2012 e 2013), ma anche ad una presenza storica che va avanti da oltre un secolo ed è però ancora poco conosciuta.

Edito da Peliti Associati, il libro, che uscirà anche come reportage sul numero di agosto di National Geographic Italia, si suddivide in 5 capitoli (Italians from the World’s End, Family Life, Prisoners of War, Sweat, Dreams and Bricks e 24hours London) e vuole riassumere le tappe della presenza di nostri connazionali in Inghilterra, rompendo anche alcuni stereotipi.

Accanto al testo anche un web documentary nato dalla collaborazione con National Geographic Italia e lo Studio di comunicazione Scomunicare realizzato partendo da un portale multimediale in cui sedici storie, vengono raccontate da un mix di foto, video, testi e materiali d’epoca raccolti dagli autori sul campo, dagli arcipelaghi all’estremo nord del Regno Unito fino all’isola di Wight sulla Manica, passando per Londra.