Pubblicità

19 luglio 2016 | 18:38

Gli investimenti nell’out of home tv crescono del 23,8% a giugno, ma chiudono il primo semestre dell’anno in calo del 3,1% rispetto al 2015. I dati Fcp-AssoGoTv

L’Osservatorio Fcp-Assogotv (Fcp-Federazione Concessionarie Pubblicità) ha raccolto i dati relativi al fatturato pubblicitario del mezzo Go Tv, nel periodo gennaio-giugno 2016.

Per il mese di giugno 2016 i dati evidenziano un fatturato totale di € 2.099.000,00. Tale dato corrisponde ad un incremento del fatturato pubblicitario del mezzo Go Tv pari a +23,8% rispetto al corrispettivo 2015.

Per il periodo gennaio-giugno 2016 i dati evidenziano un fatturato totale di € 7.972.000,00. Tale dato corrisponde ad un decremento del fatturato pubblicitario del mezzo Go Tv pari a -3,1% rispetto al corrispettivo 2015.

Angelo Sajeva, presidente Fcp-Assogotv

Di seguito il commento di Angelo Sajeva, presidente Fcp-Assogotv:

“I primi numeri ufficiali della Go Tv, rappresentata da Class Pubblicità, Grandi Stazioni Retail, Vidion, evidenziano un media che ha ampi margini per una maggiore valorizzazione da parte degli investitori pubblicitari. La Go Tv, con oltre 8.300 schermi in 1.352 diverse location e mezzi di trasporto tra stazioni ferroviarie, aeroporti, metropolitane, autobus, autostrade, è apprezzata per la sua capacità di intercettare un’audience numerosa, qualificata, in luoghi chiave per i consumi in Italia. Canali TV che sviluppano coperture incrementali importanti, specialmente sui light TV viewer, fondamentali nei piani TV.
Al netto di Expo, il mezzo esprime un fatturato in crescita, che puntiamo a sviluppare in virtù dei risultati positivi che le aziende stanno sperimentando e dei contributi quantitativi e qualitativi espressi nelle pianificazioni televisive”.