19 luglio 2016 | 18:25

Metroweb: domani scade l’esclusiva con Enel Open Fiber. Sempre più vicino l’accordo con Fastweb

Scade domani l’esclusiva tra Enel Open Fiber (la società creata ad hoc da Enel per la banda ultralarga) e Metroweb per finalizzare l’integrazione tra le due società finalizzata a cablare il territorio nazionale. Dopo il via libera dato dai Cda di Cdp ed F2i (soci di Metroweb) alla proposta avanzata da Enel, la scadenza dell’offerta in esclusiva era stata fissata al 3 luglio scorso; ma il nodo Fastweb e alcune questioni relative alla governance della nuova realtà che nascerà dal deal avevano portato le parti a prorogare per qualche altra settimana l’esclusiva.

Ora, scrive l’agenzia DowJones, sembra che la strada sia decisamente in discesa. Le trattative con Fastweb (socio con il 10,6% di Metroweb Milano e titolare di una clausola di lock up che scade nel 2017) sarebbero infatti a buon punto tanto che l’intesa con EoF sarebbe a un passo dalla firma. Fastweb sarebbe orientata a dare il via libera all’operazione con Enel a patto di essere inserita negli accordi siglati tra il colosso energetico e altri operatori. Una seconda criticità riguarda il fatto che molte città in cui Enel Open Fiber arriverà con la rete sono già state cablate da Fastweb. Per questo, l’operatore avrebbe avanzato la richiesta di avere tariffe agevolate sulla cosiddette linee secondarie, ovvero quelle che si occupano di collegare il ‘cabinet’ (l’armadio) direttamente alla sede dell’abbonato.

Alberto Trondoli, amministratore delegato Metroweb

L’obiettivo dell’operatore è quello di replicare lo stesso modello ottenuto con l’intesa raggiunta con Telecom Italia qualche anno fa. Per questo, secondo quanto aveva spiegato un’altra fonte, gli altri operatori chiedono a Eof di applicare la cosiddetta “Non-Discrimination Act” in termini di concorrenza.

Per quanto riguarda invece la fusione tra Enel Open Fiber e Metroweb, la firma dell’accordo è attesa all’inizio di agosto. Nel dettaglio la prossima settimana è convocato un Cda di F2i nel quale, oltre ai temi di ordinaria amministrazione, verrà anche fatto il punto su Metroweb/EoF.

Sul fronte Enel al momento ufficialmente è stato convocato solo il Board per l’approvazione dei dati trimestrali che si riunirà il 28 luglio. Da quanto si apprende, però, qualora le trattative su Metroweb dovessero andare a buon fine, ne verrà convocato un altro la prima settimana di agosto per procedere alla firma della lettera di intenti.

Sotto il profilo azionario, aveva spiegato una fonte, F2i ed Enel starebbero studiando la possibilità che il Fondo possa acquistare una quota di Eof. L’ipotesi di lavoro più accreditata prevede prima l’uscita di F2i da Metroweb e, con un passaggio successivo, il reinvestimento in Eof. In questo modo il fondo metterebbe a bilancio la plusvalenza realizzata dall’uscita dal capitale di Metroweb e successivamente reinvestirebbe in Eof.