21 luglio 2016 | 17:11

Ricavi in crescita del 19,9% a 105,9 milioni per Banzai nei primi sei mesi dell’anno. L’ad Scott Jovane: ci aspettiamo di continuare a crescere e grazie alla cessione dei media atteso utile nel 2016

Banzai archivia il primo semestre dell’anno con ricavi in crescita del 19,9% a 105,9 milioni di euro, al netto della divisione Vertical Content, la cui cessione è stata perfezionata l’8 giugno scorso. E cresce del 25,1% il Gmv, ovvero il gross merchandise volume, che rappresenta la spesa effettiva incluso il marketplace, a 134,7 milioni contro i 107,6 dello spesso periodo dello scorso anno.

Pietro Scott Jovane, ad di Banzai (foto Olycom)

In particolare, la divisione ecommerce ha registrato nel primo semestre ricavi della categoria ‘Elettronica ed Elettrodomestici’, pari a 74,3 milioni di euro. Nel primo semestre 2016 sono stati gestiti 775 mila ordini, +15% rispetto allo stesso periodo del 2015, con un valore medio pari a 142 euro, in crescita del 9%, principalmente per effetto del mix in favore di categorie ad alto ticket (elettronica ed elettrodomestici). Infine il numero degli acquirenti è pari a 435 mila, in crescita del 17% circa rispetto al 2015.

“Ci attendiamo di proseguire il trend di crescita nella seconda parte dell’anno – ha commentato l’ad Pietro Scott Jovane – in linea con la guidance del 25-30% a livello di Gmv1, grazie ad un ulteriore incremento del numero di partner del marketplace, all’allargamento della copertura del servizio Home Service e grazie ad una innovativa campagna pubblicitaria televisiva a supporto del brand e dei servizi ePrice. Si conferma anche il focus sul miglioramento del margine e dell’Operating CF, come indicato nei target per il 2016. Grazie alla cessione di Banzai Media si prevede di chiudere il 2016 in utile”.