22 luglio 2016 | 18:13

Il mercato ha creduto nel nostro progetto, dice Cairo. Ora la battaglia più importante è risanare Rcs: non vedo l’ora di cominciare

“Abbiamo fatto questa nostra Ops poi diventata Opas, quindi offerta pubblica di scambio e acquisto di azioni della Rcs, che ci ha molto impegnato, mi ha molto impegnato da marzo, sono quattro mesi abbondanti, una cosa molto impegnativa. Sono molto contento che sia andata così”. A dirlo Urbano Cairo, parlando ai microfoni di ‘Tutti convocati’ su Radio 24.

“Il mercato ha prevalso perché ha creduto nel nostro progetto, ci ha dato quasi il 50% delle azioni rispetto agli altri che hanno preso soltanto il 37,7 ma partivano da più del doppio di noi”, ha ribadito. “Adesso però la battaglia più importante è risanare l’azienda, valorizzarla bene perché c’è tantissimo da fare e io ci credo molto. E’ stata una cosa molto eccitante, sono molto contento e non vedo l’ora di cominciare”, ha concluso.

Urbano Cairo (foto Olycom)

Intanto nel pomeriggio con una nota Cairo Communication ha comunicato la variazione del proprio capitale sociale dopo l’esecuzione della prima tranche dell’aumento di capitale da liberarsi mediante conferimento in natura delle 254.785.320 azioni Rcs apportate all’offerta pubblica di acquisto e scambio sulla società. La società ha emesso nel dettaglio 45.861.357 azioni, consegnate oggi agli azionisti Rcs aderenti all’offerta in data odierna. Il capitale sociale Cairo è ora formato da 124.204.757 azioni ordinarie prive dell’indicazione del valore nominale.