Per quasi 9 milioni di euro Mondadori cede Marsilio a Gem della famiglia De Michelis

Attraverso la controllata Rizzoli Libri, il gruppo Mondadori cede a Gem la partecipazione in Marsilio Editori pari al 94,71% del capitale sociale. Secondo una nota del gruppo di Segrate, il corrispettivo della transazione, incassato oggi, è pari a 8,9 milioni di euro, sulla base di un enterprise value in linea con il prezzo di acquisizione della stessa partecipazione nell’ambito dell’operazione Rizzoli Libri finalizzata lo scorso 14 aprile 2016; l’importo è inclusivo di una posizione finanziaria netta rettificata positiva pari a 1,3 milioni di euro.

Ernesto Mauri, ad di Mondadori

La cessione di Marsilio Editori S.p.A. – prosegue la nota – è stata realizzata in adempimento ai rimedi indicati dal provvedimento dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. GEM S.r.l., società attiva nel settore dell’editoria, che fa capo alla famiglia De Michelis, ha detenuto una partecipazione in Marsilio Editori S.p.A. dal 1985 fino all’aprile 2016. Il budget per l’esercizio 2016 di Marsilio Editori prevede ricavi per circa 9,4 milioni di euro con un ebitda di 1 milione di euro.

 Gem detiene ora il 94,71% della Marsilio, con il rimanente nelle mani della Fondazione di Venezia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Endemol Shine Italy cede le quote di maggioranza in Yam112003 ai manager Corbetta (ceo), Bianchi, Pianca e Tousco

Endemol Shine Italy cede le quote di maggioranza in Yam112003 ai manager Corbetta (ceo), Bianchi, Pianca e Tousco

Chiesa sempre più social: una parrocchia su due ha Facebook; WhatsApp e Telegram i più gettonati per parlare ai fedeli

Chiesa sempre più social: una parrocchia su due ha Facebook; WhatsApp e Telegram i più gettonati per parlare ai fedeli

Nessuna censura per Osho, Facebook riattiva la pagina satirica. Federico Palmaroli: equivoco sul soprannome

Nessuna censura per Osho, Facebook riattiva la pagina satirica. Federico Palmaroli: equivoco sul soprannome