27 luglio 2016 | 12:16

Ancora una volta la grande innovazione sarebbe assumere un esterno, dice l’Usigrai sul possibile arrivo di Mario Sconcerti a Rai Sport. La dirigenza smentisca

Non è passata inosservata la notizia riportata ieri da alcuni giornali che annunciavano l’arrivo a RaiSport di Mario Sconcerti, uno tra i più popolari commentatori delle trasmissioni calcistiche di Sky, ingaggiato da viale Mazzini per partecipare a vari programmi sportivi, dalla Domenica Sportiva a Novantesimo Minuto, senza escludere quelli dedicati alle partite della nazionale. L’Usigrai, in vista dell’Audizione di Maggioni e Campo Dall’Orto prevista oggi in commissione di Vigilanza, è intervenuto sulla questione invitando la dirigenza a smentire la voce di quello che definiscono “l’ennesimo arrivo dall’esterno”.

Vittorio Di Trapani, segretario Usigrai

Vittorio Di Trapani, segretario Usigrai

“Se fosse confermata l’assunzione di Mario Sconcerti saremmo al teatro dell’assurdo”, scrive il sindacato dei giornalisti Rai in una nota. “Ancora una volta la grande innovazione sarebbe assumere un esterno. La contemporaneità sarebbe assumere un pensionato. La svolta riformatrice sarebbe pagarlo 200mila euro”.

“Tutto questo mentre la Rai è sotto attacco proprio per stipendi, esterni e trasparenza. Così come in Vigilanza”, conclude la nota, “il vertice Rai smentisca di aver assicurato al consulente Francesco Merlo l’inedito della rescissione unilaterale del contratto e nessun tetto sulle spese di trasferta”.