Nuovo mandato d’arresto per 47 giornalisti in Turchia. Tra loro molti ex reporter e dirigenti del quotidiano di opposizione ‘Zaman’, in amministrazione controllata da marzo

Nuova stretta sui giornalisti in Turchia. Le autorità hanno emesso un mandato di cattura per 47 ex dirigenti o giornalisti del quotidiano Zaman, in amministrazione controllata da marzo su ordine di un tribunale di Istanbul. L’accusa è sempre la stessa, cioè quella di presunti legami con l’imam Fatullah Gulen che si sospetta essere il mandante del colpo di Stato.A riferire la notizia l’agenzia di Stato Anadolu, secondo la quale almeno un giornalista, l’ex editorialista di Zaman, Sahin Alpay, sarebbe già stato arrestato, mentre della lista farebbero parte anche gli ex direttori dell’edizione inglese del giornale, Bulent Kenes e Sevgi Akarcesme.

Nella foto, da sinistra: Sahin Alpay, Bulent Kenes e Sevgi Akarcesme

I nuovi ordini di arresto si aggiungo a quelli già emessi contro 42 altri giornalisti ad inizio settimana.

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Facebook, nel 2017 raddoppiata la spesa per lobbying in Ue. Da 1,2 a 2,5 milioni di euro

Nbc entra nel consorzio OpenAp dove raggiunge Fox, Turner e Viacom

Formiche, Roberto Arditti nel Cda e direttore editoriale. Cresce l’ebitda di Base Per Altezza