Mercato

28 luglio 2016 | 12:44

Wired Next Fest per la prima volta a Firenze: il Festival dell’innovazione di Wired a Palazzo Vecchio il 17 e 18 settemembre

Approda per la prima volta a Firenze il Wired Next Fest. Giunto alla sua quarta edizione milanese, dove ha registrato oltre 128mila presenze totali, Wired esporta il proprio evento dedicato all’innovazione nel capoluogo toscano il 17 e 18 settembre.

Per due giorni, spiega una nota, Firenze sarà capitale dell’innovazione, luogo di un ‘Rinascimento Digitale’, della città e dei singoli individui. Il tema scelto è la Bellezza. Non solo artistica ed estetica ma come elemento culturale, come motore del cambiamento.

Firenze diventerà una piazza reale sul digitale, prosegue la nota, un luogo d’incontro e confronto con diverse realtà italiane e straniere, che si alterneranno tra il palco del Salone dei Cinquecento e la Sala D’Armi di Palazzo Vecchio. Altra location protagonista dell’evento sarà il Palagio di Parte Guelfa, che diventerà il centro nevralgico di workshop e laboratori.

Più di 100 gli speaker che interverranno provenienti da tutto il mondo, tra questi: il sindaco di Firenze Dario Nardella, Evgenij Morozov – scrittore e teorico dei nuovi media; Scott Fahlman – informatico e creatore degli emoticon; Paolo Barberis – responsabile dell’ agenda digitale del Governo e consigliere per l’innovazione del Presidente del Consiglio; Luciano Floridi – filosofo dell’informazione, professore ordinario di Filosofia ed Etica dell’Informazione dell’Università di Oxford, direttore di Ricerca dell’Oxford Internet Institute; il regista Luca Guadagnino; Alice Rawsthorn – designer, scrittrice ed editorialista del NYTimes; Zerocalcare – illustratore; Massimo Bottura – il migliore chef del mondo del 2016 secondo la classifica dei “50 Best Restaurant”; Luca Parmitano – astronauta; Lorenzo Thione – il padre di Bing, il motore di ricerca di Microsoft, ‎co-founder&chief executive officer di The Social Edge; Torrick Ablack alias TOXIC – uno dei mostri sacri del graffitismo che ha fatto vibrare la New York degli anni ’80; Marco Malvaldi – scrittore; Joris Evers – vice presidente di Netflix; Antonio Campo Dall’Orto – direttore generale Rai; Monica Cirinnà – senatrice italiana e prima firmataria del disegno di legge che riconosce anche in Italia le unioni civili tra persone dello stesso sesso e l’attore Pierfrancesco Favino. Questi sono solo alcuni dei tanti ospiti che saliranno sul palco di Wired Italia.

Un grande concerto completerà il già ricco calendario del Festival. Sabato 17 settembre tutta la città è invitata a una serata di musica elettronica interamente gratuita, con alcuni dei più importati artisti della scena nazionale e internazionale.

Hashtag ufficiale dell’evento: #WNF16