Protagonisti del mese

02 agosto 2016 | 9:50

Fascino, la grande fabbrica di show

È lui, allora potentissimo dentro Mediaset tanto da ottenere la direzione di Canale 5 e la presidenza di Mediatrade, che l’ha creata e l’ha plasmata. Ora la vera potenza è lei, protagonista di una folgorante ascesa che l’ha portata a diventare la prima signora di Mediaset e un’icona invidiata della televisione italiana.

I ruoli nella coppia formata daMaurizio Costanzo e Maria De Filippi si sono capovolti, ma il loro legame è rimasto inossidabile, uniti come sono da venticinque anni di matrimonio e da una complicità professionale profonda. Per Maria, Costanzo non è solo ‘l’uomo della vita’, come ha dichiarato in una recente intervista, ma ancora oggi è il consigliere più fidato. Il suo parere è vincolante nelle scelte professionali più delicate, ma, anche se ha un dubbio, De Filippi lo risolve con lui. E se un’idea nuova a Costanzo non piace, chi è molto vicino alla coppia sa per certo che sarà buttata nel cestino.
È grazie a Maria però se Costanzo è resuscitato in video, ritornato l’anno scorso con il ‘Maurizio Costanzo Show’ in prima serata su Rete4 alternato, in quest’ultima edizione, a ‘Uno contro tutti’ che ha illuminato la rete con ascolti record e ha avuto grande riscontro di stampa e seguito sui social. Da settembre, inoltre, il mitico ‘baffo’ della tivù sarà anche su Canale 5 con ‘L’intervista’, quindici seconde serate di faccia a faccia con un ospite. Costanzo lavora con la sua redazione di cui non riuscirebbe a fare a meno, ma i suoi programmi sono prodotti dalla Fascino la società divisa in parti uguali (50%) tra Maria De Filippi e Rti/Mediaset.

Nella foto, Maurizio Costanzo e Maria De Filippi

Alla Fascino Pier Silvio Berlusconi ha appena rinnovato per un lustro il contratto di esclusiva, rafforzandone la quota produttiva, e non è mai esistita la presunta trattativa con Discovery, di cui si è molto parlato, per la semplice ragione che Mediaset non avrebbe mai mollato la sua gallina dalle uova d’oro.
Con ‘C’è posta per te’, il talent ‘Amici’, ‘Tú sí que vales’ succeduto a cinque anni di successi di ‘Italia’s got talent’, finito nelle mani di Sky, ‘Uomini e donne’, immortale roccaforte pomeridiana e la scuola di ‘Amici’ (alla lista vanno aggiunti anche i più recenti ‘Temptation Island’ e ‘Coca-Cola Summertime’ in onda in questi giorni), Maria De Filippi è il perno della programmazione di Canale 5. Autrice, conduttrice, produttrice, la De Filippi, che debuttò in video nel ’93 con ‘Amici’, allora un talk pomeridiano per adolescenti, è l’inventrice del nuovo genere di reality soap “che tende a costruire soap opera non nella fiction, ma nella realtà”, come ha detto benissimo Carlo Freccero codificando il fenomeno. E in questo territorio, che vede molte imitazioni, Maria è di una bravura insuperabile.
Creata da Costanzo negli anni Novanta, in tandem con la De Filippi, per poter produrre i suoi programmi e quelli della moglie come piaceva a loro, Fascino dal 2001 è partecipata da Mediaset, che per garantirsi le prestazioni dei due conduttori ne rileva prima il 30%, salendo successivamente al 50%. Nel 2008 Costanzo cede tutte le sue quote alla De Filippi che, passando dal 20% al 50%, è in posizione paritaria con Mediaset.

L’articolo è sul mensile Prima Comunicazione n. 474 – Agosto 2016

Abbonati al mensile ‘Prima’ edizione cartacea (+ Uomini Comunicazione), alla versione digitale per tablet e smartphone o a quella combinata carta-digitale: Prima + Uomini + edizione per tablet e smartphone