Cederemo la nostra quota in Rcs quando il prezzo sarà sopra a 1,2 euro, dice l’ad di Mediobanca Nagel

Mediobanca cederà la partecipazione residua in Rcs, pari al 6,2% del capitale, quando il prezzo salirà sopra 1,2 euro. A dirlo Alberto Nagel, amministratore delegato dell’istituto di credito, in una conference call con le agenzie di stampa, rispondendo a una domanda sui tempi per la vendita della quota detenuta nel gruppo editoriale.

“La quota è molto piccola nel nostro bilancio”, ha spiegato. “Vale circa 20 milioni di euro, e aspettiamo che il prezzo vada sopra il nostro valore di carico, che è intorno a 1,2 euro”, ha aggiunto, precisando che Mediobanca intende proseguire la sua politica di cessioni delle partecipazioni.

Alberto Nagel, ad di Mediobanca (foto Olycom)

L’istituto ha fatto parte della cordata dei soci storici che aveva promosso l’opa su Rcs concorrente rispetto all’offerta di Urbano Cairo, risultata vincente sul mercato.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente di Vodafone Italia, Pietro Guindani, alla guida di Asstel

Sciopero ad Askanews dopo la richiesta di 50 esuberi e cassa integrazione al 70%

A Igort (Igor Tuveri) la direzione di Linus edita da Baldini+Castoldi