10 agosto 2016 | 15:06

Pubblicato il bando del Tribunale di Treviso per la cessione di un ramo aziendale di Antenna 3 Nord Est. Entro il 22 settembre la presentazione delle offerte

Lo scorso 1 giugno Thomas Panto, editore di Antenna 3, ha chiesto al Tribunale di Treviso il concordato preventivo per l’emittente locale, tra le più radicate e seguite del Veneto nella regione. Sulla situazione della rete e dei suoi 55 dipendenti, 1 direttore, 17 giornalisti e 37 tecnici/amministrativi, si erano espressi più volte, oltre che il Cdr, anche il Sindacato Giornalisti Veneto, che a inizio luglio avevano inviato una lettere alla giunta regionale del governatore Zaia.

L’inizio della parabola discendente, ricordavano sindacato e Cdr proprio nella lettera alle autorità, lo si può datare nel 2011, complice soprattutto la rivoluzione del passaggio al digitale che ha investito molte tv del settore privato in tutta Italia. Ad incidere nella gestione aziendale anche i ritardi con cui lo Stato ha erogato ed eroga i finanziamenti pubblici.

Sindacato e dipendenti hanno compiuto tutti gli sforzi possibili per contenere il costo del lavoro e mantenere i livelli occupazionali ricorrendo agli ammortizzatori sociali, e da ultimo nell’agosto di un anno fa il passaggio al part-time.

Il bando del Tribunale di Treviso è consultabile a questo link. Le offerte, a partire da una base di 1.400.000 €, dovranno essere depositate entro e non oltre le ore 11.30 del giorno 22/09/2016. Il giorno successivo, ii 23/09/2016 alle ore 15.30, l’apertura delle buste e l’esame delle proposte.