24 agosto 2016 | 10:48

MailUp conferma gli obiettivi di crescita del gruppo. Il ceo Gorni: vogliamo passare sul mercato regolamentato

“Il nostro titolo – afferma il manager in una nota di commento all’andamento del titolo – è cresciuto molto da inizio anno fino a inizio maggio, passando da un valore di 2,31 euro/azione a 2,50 euro/azione, spinto in particolar modo dai buoni risultati dell’esercizio 2015, annunciati a marzo”.

“Da inizio maggio abbiamo avuto una forte pressione in vendita, pressione che non si è ancora arrestata e che sta causando tensione sul nostro book con un andamento negativo del titolo. Purtroppo, come evidenziato anche nel recente Osservatorio su Aim Italia, la liquidità sul mercato è calata dell’85% nel 2016 rispetto al 2015″.

Nazzareno Gorni

Nazzareno Gorni

“Ne consegue che se un investitore rilevante ha necessità di uscire dalla propria posizione – evento che spesso accade per motivi indipendenti e decorrelati dalla performance dell’azienda – non ci sono sufficienti compratori e si crea dunque un effetto estremamente negativo sul titolo, con una situazione di pressione in vendita che si può protrarre anche per mesi (tanto serve per uscire da una posizione importante in condizioni di illiquidità del mercato) e che disincentiva gli scambi, creando sfiducia sul mercato e portando dunque ad un progressivo calo del rendimento del titolo”.

“Come emittente siamo naturalmente dispiaciuti per questa situazione, su cui non abbiamo potere di intervento se non eseguendo al meglio il nostro lavoro e comunicando di volta in volta i nostri risultati al mercato. In questo contesto, siamo consapevoli del lavoro che stiamo portando avanti giorno per giorno. Sappiamo che il nostro è un gruppo solido, in forte crescita, che da oltre 10 anni migliora i propri fondamentali finanziari, di semestre in semestre, aumentando costantemente il valore della propria equity”.

“Continuiamo a mantenere fermi i nostri obiettivi, sia industriali che finanziari. Abbiamo sempre dichiarato – conclude Gorni – di voler fare un ulteriore salto di crescita per poi puntare al passaggio sul mercato regolamentato e resta questo il nostro obiettivo principale. Nel frattempo, lavoriamo quotidianamente per continuare a crescere, migliorare i nostri fondamentali finanziari e il valore sostanziale della nostra equity, certi del fatto che nel medio periodo, in occasione di distribuzione di dividendi, del passaggio di mercato o di un evento di liquidità, il valore borsistico del gruppo si allineerà con l’effettivo valore del gruppo”.

MailUp – società quotata su Aim Italia – è un’azienda tecnologica che ha sviluppato una piattaforma digitale di cloud computing scelta da Pmi e grandi imprese per creare, inviare e monitorare newsletter, email e Sms.