13 settembre 2016 | 10:14

Floris torna con l’ex rivale Giannini. ‘diMartedì’ riprende stasera su La7 con ospite il conduttore di ‘Ballarò’. Confermata la copertina di Crozza

Ci sarà Massimo Giannini, ex conduttore di “Ballarò”, come ospite fisso nelle prime puntate della nuova edizione di “diMartedì”, condotta da Giovanni Floris da stasera,  13 settembre, su La7. Quest’anno si parlerà molto di economia, in apertura tornerà Maurizio Crozza, almeno fino alla fine dell’anno, mentre la nuova sigla è affidata a Vinicio Capossela. Gli argomenti di cui si occuperà Floris saranno molti, politica, economia, consumi, alimentazione, cultura, scienza.

“Abbiamo cercato di organizzare un’informazione più completa, che non rimanesse ancorata al singolo fatto politico, ma che da quello partisse per un giro d’Italia che ogni settimana vi proponiamo.

Penso che in un panorama di offerta così ampia la differenza la faccia l’approccio. Coinvolgere sempre più le persone, trovare un linguaggio che sia più ampio possibile, più includente possibile, e parlare con serietà, con rigore, con onestà, dei temi di cui dobbiamo parlare”.

A proposito della concorrenza del martedì di Rai3 con “Politics” e “Mi manda Rai3″ Floris ha detto: “Mi sembra di capire che Politics tratta la politica e poi alle 11 si passa ai consumi, all’economia e all’alimentazione. Sono due trasmissioni ma mi pare che la struttura sia più o meno quella che seguiamo noi”.

Floris non ha nostalgia del suo “Ballarò”, per ora scomparso dai palinsesti Rai: “DiMartedì è fatta da tutti gli autori di Ballarò, tutti gli inviati di Ballarò, gran parte della redazione, più degli ottimi acquisti che abbiamo trovato venendo a La7. Nella nostra mente Ballarò non è finita, ce la portiamo allegramente, con diMartedì è nata una cosa nuova, il nome non me lo riprenderei. Comunque sono contento che il nostro Ballarò è diventato diMartedì, sono convinto che sia più ricca, più bella, più flessibile, più moderna”. (askanews)