15 settembre 2016 | 17:16

Da ‘The Young Pope’ a ‘The Comedians’, passando per lo sport in chiaro su Tv8 e la pubblicità personalizzata con Adsmart. Tutte le novità dei palinsesti Sky agli Upfront 2016-2017

di Emanuele Bruno – L’idea di essere un po’ più avanti degli altri i vertici di Sky l’hanno voluta trasmettere anche con gli Upfront 2016-2017. Novità nei contenuti, tecnologie sorprendenti, qualche polemica inattesa e un tocco di glamour sono stati gli ingredienti chiave dell’incontro della media company guidata da Andrea Zappia con il mercato, tenutosi come l’anno scorso al Teatro degli Arcimboldi di Milano, con la conseguente parata di star, talent, professionisti del mondo della tv e dell’audiovisivo, agenzie media e clienti advertising.

Indirizzata a questi ultimi, tra le cose più importanti della serata (anticipata a luglio da Prima Comunicazione), la notizia della partenza dei test di Adsmart, il sistema di erogazione delle campagne pubblicitarie con cui la concessionaria Sky Media promette di far avverare anche in televisione il mito della pubblicità personalizzata.

La concessionaria guidata da Daniele Ottier, in pratica, offrirà da gennaio in poi agli spender la possibilità di raggiungere l’abbonato della pay che è più funzionale alle loro esigenze di comunicazione e per il numero di volte che gli sembra opportuno farlo. E avere target profilati e risultati predefiniti alla stessa maniera (o quasi) con cui la garantisce un ‘adserver’ quando gestisce la pubblicità online, guadagnando in efficienza ed efficacia e contenendo al massimo la dispersione.

In pratica ogni utente Sky, assieme a quella ‘indifferenziata’, indirizzata a tutte le famiglie, potrà ricevere via decoder mysky, perfettamente mixata con l’altra, una quota di spot mirata solo a lui (e a quelli come lui), in ragione del profilo generale e dell’area geografica in cui vive.

La concessionaria ha ottenuto risultati molto brillanti nel primo semestre dell’anno, superando il 21% di crescita rispetto al periodo omogeneo. «La raccolta è andata molto bene anche a luglio e credo che il trend continuerà ad essere molto positivo anche nella stagione autunnale grazie alla line up di programmi e produzioni molto ricca che stasera vi stiamo presentando» ha detto ancora Ottier.

Tra le principali novità, oltre a titoli culto come l’attesissimo ‘The Young Pope’, su Sky Atlantic il 21 ottobre, o la terza stagione di ‘Gomorra – La serie’ anche l’operazione ‘The Comedians’, con Frank Matano e Claudio Bisio, on air su SkyUno. Presentato pure, destinato a Sky Atlantic, ‘Il racconto del reale’, un ciclo di 18 film costruiti con materiali e linguaggi attualissimi, quasi senza mediazioni, e scelti dalla struttura di cui è vice president Andrea Scrosati (tra i titoli ‘Ultimo Stadio’, ‘Come è profondo il mare’, ‘Papa Francesco Social Network’, ‘La fabbrica fantasma’).

L’offerta d’intrattenimento coprirà tutta la stagione molto densamente con ‘X Factor’, ‘MasterChef Italia’, ‘Edicola Fiore’, ‘Celebrity master Chef’, ‘Hell’s Kitchen, ‘E poi c’è Cattelan’ (da quest’anno in versione quotidiana).

Aggressiva anche la proposta di Tv8, il canale in chiaro, con ‘Europa League’ e la ‘MotoGP’ che sono forieri di ascolti record; la novità dell’autunno, in tema di produzioni originali, è ‘Kid’s Got Talent’ con Claudio Bisio e Lodovica Comello. A proposito, di MotoGp e calcio, va ricordato che lo sport sarà come sempre uno dei pilastri principali dell’offerta a pagamento.

In sede di conferenza stampa, prima della serata evento, il vicepresident Jaques Raynaud ha annunciato che per adesso è stata comminata una sospensione a Paolo Di Canio, talent chiave dello sport Sky e impegnato fin qui nel racconto delle Premier League, dopo che aveva sollevato critiche e polemiche la diffusione sui social di una foto in cui, tra i tatuaggi dell’ex calciatore, era ben visibile la scritta ‘dux’.

La forza di Adsmart è stato un tema chiave anche del breve saluto che Andrea Zappia ha indirizzato agli ospiti. “La nostra non è una presentazione dei palinsesti in senso classico, vogliamo solo incontrarvi per fissare un momento del cammino che stiamo percorrendo insieme…” ha detto il manager, chiamato in causa dal solito, brillante conduttore della presentazione, Alessandro Cattelan, che ha gestito con la solita disinvoltura la grande festa allestita in collaborazione con Dry: d’impatto l’idea di affidare ad un’orchestra l’incipit della serata, divertente quella di accompagnare con la banda l’ingresso di Zappia in sala.