15 settembre 2016 | 18:15

Apre a Roma il primo YouTube Pop-Up Space in collaborazione con Rai. Dal 15 al 17 settembre uno spazio a disposizione di creativi e videoblogger. In Italia gli youtubers con più di 10mila follower sono oltre 2.500

Apre oggi a Roma il primo YouTube Pop-up Space italiano, nato dalla collaborazione tra YouTube e Rai. Dal 15 al 17 settembre 2016 presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma anche gli youtuber italiani potranno vivere un’esperienza di formazione, creatività e collaborazione a fianco di artisti, talenti ed esperti del mondo della creatività e della produzione italiana.

I Pop-up Space – spiega una nota di Google – sono un programma creato da YouTube per fornire alle comunità globali di creativi supporto professionale e collaborazione complementari agli YouTube Space permanenti. Ad oggi gli YouTube Space permanenti sono a Tokyo, Los Angeles, Londra, New York, San Paolo del Brasile, Berlino, Parigi, Mumbai e Toronto.

Antonio Campo Dall’Orto, direttore generale Rai, e Stephen Nuttal, senior director di YouTube Emea

Antonio Campo Dall’Orto, direttore generale Rai, e Stephen Nuttal, senior director di YouTube Emea

La collaborazione tra Rai e YouTube per il Pop-up Space di Roma è stata fortemente voluta anche dal Direttore Generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto. Lo Space, co-prodotto da Google e Rai Com, è il primo in Europa sviluppato in collaborazione con una Media Company. Obiettivo della partnership Rai-YouTube è far incontrare i mondi della creatività tradizionale e di quella più innovativa per generare contaminazioni e sviluppi creativi di contenuto.

Per tre giorni la community di YouTube creators italiani avrà accesso a sessioni formative, corsi di video produzione e momenti di incontro con la community. YouTube Pop-up Space Roma con Rai mette a disposizione dei creator di YouTube due spazi formativi in cui avranno luogo i workshop specialistici di YouTube e le Masterclass curate da Rai.

I workshop di YouTube spaziano dalla produzione al vlogging: si parlerà di come usare le luci per apparire al meglio nelle riprese, di come attirare l’attenzione su diversi soggetti della scena e illuminare uno spazio ampio, delle modalità per padroneggiare la fotocamera. E ancora, verranno affrontate le migliori strategie di contenuto, per mantenere i fan sempre interessati ai propri video e acquisirne di nuovi. Inoltre, viene offerto un Creator Day, evento gestito dagli Ambassador di YouTube, ovverosia YouTube creators di successo che parleranno di come far crescere il proprio canale e trovare l’ispirazione giusta per creare contenuti interessanti per i fan. All’interno delle Masterclass, grazie alla sinergia con l’azienda del servizio pubblico, gli youtuber potranno partecipare a laboratori di produzione e montaggio, imparare lo sviluppo di uno storytelling efficace e confrontarsi con artisti, creativi ed esperti, tra cui il cantante Mika, il musicista Stefano Bollani, il regista e sceneggiatore Ivan Cotroneo, i direttori delle prime tre reti Rai Andrea Fabiano, Ilaria Dallatana e Daria Bignardi, i direttori creativi Roberto Bagatti e Pierluigi Colantoni, il team di Rai Fiction e Carlo Degli Esposti, produttore della serie tv Braccialetti Rossi, con la sua squadra di autori e due degli attori della serie, Mirko Trovato e Daniel Tenorio.

A disposizione dei creator anche gli strumenti di produzione e un’intera aula con i set esclusivi di Rischiatutto, Festival di Sanremo e di Braccialetti Rossi. Insieme ad una squadra di professionisti Rai, i partecipanti potranno usare gli spazi di produzione per realizzare video per i propri canali YouTube. YouTube curerà, inoltre, momenti in cui i creator potranno interagire in ottica di collaborazione e networking.

Presente all’inaugurazione, il dg Rai Antonio Campo Dall’Orto ha parlato del valore che questa collaborazione ha per il servizio pubblico. “E’ una testimonianza di una volontà reciproca di percorso”, ha detto parlando anche del possibile ritorno ufficiale dell’azienda pubblica con i suoi contenuti sulla piattaforma di videosharing, lasciata nel 2014. ”Non abbiamo ancora definito accordi su questo, né posso ancora parlare di date, ma quando ci siamo incontrati ad aprile ci siamo trovati subito in sintonia sugli obiettivi”.

“Questo progetto di partnership è parte della nostra idea di media company aperta, contemporanea, del nostro percorso di autoregolamentazione che punta sulla professionalità e l’attenzione alle risorse, sull’idea di un soggetto che non conosce concorrenti, ma partner con cui si associa, per dare spazio ai contenuti, in questo caso giovani creator che hanno accesso alle nostre professionalità perché ne nasca qualcosa di buono “, ha spiegato ancora, sottolineando come sia “la prima volta in Europa che Youtube organizza un pop up space con un broadcaster”. “Non ci vediamo in concorrenza, noi o loro ma noi e loro”. “Dobbiamo aprire alla creatività a tutte le sue forme, quella classica ma anche a tutte le altre”, ha concluso.

Per Stephen Nuttal, Senior Director di YouTube Europa, Medio Oriente e Africa, “questa collaborazione tra Youtube e Rai è costruita su valori che condividiamo, come voler offrire nuove opportunità a giovani talenti italiani”. Gli YouTube creator italiani, ha spiegato, sono una comunità in grande espansione: oltre 2.500 hanno superato i 10mila iscritti al proprio canale. Il watchtime in Italia è in crescita di oltre il 40% anno su anno, del 100% se si considerano i soli dispositivi mobili ed è raddoppiato il numero di creator che hanno superato il milione di iscritti.