16 settembre 2016 | 15:01

Oltre 70mila iscritti a Crescere in Digitale nel primo anno di attività. Ma la vera sorpresa sono le aziende, dice Ciulli di Google, le offerte di tirocinio superano il numero dei ragazzi disponibili

Compie il primo anno di vita Crescere in Digitale, il progetto promosso dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e attuato da Unioncamere in partnership con Google, per la formazione sulle competenze digitali dei giovani disoccupati iscritti a Garanzia Giovani. A un anno di distanza, gli iscritti sono 71.651, dei quali oltre 6.397 hanno completato il corso online e 5.532 che hanno superato il test finale.

 

Le aziende di tutte le dimensioni e settori disponibili ad accogliere tirocinanti hanno raggiunto quota 3.400, per un totale di 5.255 tirocini offerti. Sono stati già realizzati 54 laboratori di formazione e orientamento su 90 province italiane, grazie all’impegno di circa 85 Camere di Commercio su tutto il territorio nazionale. In altrettante province sono stati, infine, già attivati più di 650 tirocini, che vedono oltre 50 soggetti del Sistema Camerale italiano coinvolti come soggetti promotori. Proprio in questi giorni, inoltre, sono stati annunciati i nomi dei primi ragazzi assunti a seguito del tirocinio in azienda. La Camera di Commercio di Prato ha comunicato ieri l’assunzione di Deborah Paolini presso lo studio fotografico Nonsolofoto di Poggio a Caiano. Dopo sei mesi di collaborazione, Deborah si occuperà di strategie digitali e social media marketing.

Diego Ciulli

Diego Ciulli

Crescere in Digitale è stato inaugurato a Settembre 2015 presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali alla presenza del Ministro Giuliano Poletti e dei rappresentanti di Google e Unioncamere. Il progetto, che punta a rafforzare l’occupabilità dei giovani italiani e a favorire la digitalizzazione delle PMI, prevede un percorso formativo composto da diverse fasi: 50 ore di training online, laboratori sul territorio e fino a 3.000 tirocini retribuiti con 500 euro mensili nelle imprese italiane. Le aziende, in caso di assunzione al termine del tirocinio, possono beneficiare di incentivi fino a 6.000 euro.

Attraverso il training online sulla piattaforma www.crescereindigitale.it, i cui contenuti sono stati definiti dal comitato scientifico del progetto, i partecipanti hanno l’opportunità di ampliare le proprie conoscenze dell’ecosistema digitale e apprendere come il web possa essere un valido strumento per supportare la crescita e la visibilità internazionale delle aziende. Figure di spicco come Vint Cerf, uno dei padri fondatori di Internet e oggi Chief Internet Evangelist di Google, si alternano ad accademici e professionisti del settore e alle testimonianze di alcuni imprenditori del Made in Italy, pionieri nell’uso del web, raccolte da Fondazione Symbola e Università Ca’ Foscari.

Il progetto continuerà nel 2017 con l’obiettivo di organizzare nuovi laboratori sul territorio e raggiungere quota 3.000 tirocini attivati. Il corso rimane completo di tutte le sue parti, con 17 sezioni che spaziano dalla creazione di un sito web/mobile al marketing sui motori di ricerca, toccando i temi delle piccole e medie imprese online, l’e-commerce, l’export e l’innovazione d’impresa. Qui la lista dei topic http://www.crescereindigitale.it/piano-del-corso/.

“A un anno dal lancio, il successo di Crescere in Digitale conferma appieno il favore con cui era stato accolto fin dall’inizio e ci conforta circa la bontà della scelta di puntare su un intervento di formazione qualificata per accrescere le competenze digitali dei giovani iscritti al programma Garanzia Giovani. Crescere in Digitale ha rappresentato – e continuerà a rappresentare – un’opportunità concreta per tanti ragazzi, ma anche per tante imprese che hanno colto positivamente questa occasione per sviluppare le loro attività attraverso il digitale”. Giuliano Poletti, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali

“Crescere in Digitale si conferma un bell’esempio di collaborazione tra istituzioni e sistema imprenditoriale basato su un modello operativo originale che integra nuove tecnologie e lavoro diretto sui territori. Dopo questa positiva esperienza, che continueremo a seguire con grande cura, Unioncamere e le Camere di Commercio rafforzeranno ulteriormente il proprio impegno diretto a favorire l’acquisizione di competenze digitali qualificate da parte delle imprese e dei giovani”. Ivan Lo Bello, Presidente di Unioncamere

“È stato un anno pieno di soddisfazioni: ogni giorno abbiamo incontrato giovani in cerca di occupazione che hanno visto in Crescere in Digitale un’opportunità concreta di formazione. Ma la risposta più sorprendente è stata quella delle imprese – in molte realtà le offerte di tirocinio superano il numero dei ragazzi disponibili. È la dimostrazione più evidente che scommettere sulle competenze digitali crea lavoro.” Diego Ciulli, Public Policy Manager di Google in Italia