19 settembre 2016 | 15:04

Rai: nessun accordo sul documento che prende le distanze dall’operato di Campo Dall’Orto sulle nomine di esterni. I consiglieri Messa e Siddi: le decisioni in Cda

Non ci sarebbe convergenza in cda sul documento che prende le distanze dall’operato del dg Rai Antonio Campo Dall’Orto sulle nomine esterne. Secondo quanto riporta l’agenzia Ansa, ci sarebbero perplessità tra i consiglieri di maggioranza sia sul metodo, perché il contenuto è trapelato sulla stampa, che sul merito, perché il testo suonerebbe come una sfiducia nei confronti del dg. L’iniziativa potrebbe dunque arenarsi già nella preriunione dei consiglieri in programma alle 15. Non è escluso, però, che il testo venga ritoccato per venire incontro alle diverse richieste.

Secondo le indiscrezioni riprese dall’agenzia, l’idea del documento sarebbe partita dal consigliere Paolo Messa che però, interpellato dall’Ansa stessa avrebbe precisato: “Apprendo di essere promotore di una iniziativa che non conosco”. “Oggi pomeriggio ci sarà una riunione del consiglio di amministrazione nella quale come sempre ci sarà un confronto costruttivo e volto all’interesse dell’azienda, oltre che al rispetto delle regole. Non capisco il clima ansioso di attesa di queste ore”.

“Non si può ignorare cosa ha scritto l’Anac. Ciascuno dovrà fare le determinazioni di sua competenza. Le riunioni, soprattutto su materie come queste, però, si fanno nel cda e non a mezzo stampa”, il commento del consigliere Rai, Franco Siddi, che, ha preferito non commentare le indiscrezioni su un possibile disaccordo in consiglio di amministrazione sul documento che prende le distanze dall’operato del dg sulle nomine esterne. “Nessuna valutazione o sopravalutazione di ciò che accade, ma le decisioni desidero prenderle nei luoghi opportuni”.