Investimenti pubblicitari in crescita del 3-4% a fine anno, secondo il presidente Upa, Sassoli. Brexit, terrorismo e tensioni internazionali incognite che preoccupano gli investitori

“Le imprese che investono in comunicazione continuano come previsto a trainare il mercato degli investimenti pubblicitari”. Lorenzo Sassoli, presidente di UPA, ha commentato così i dati sul mercato degli investimenti pubblicitari, sottolineando come “il dato dei primi sette mesi dell’anno ha fatto registrare un +5%, di fatto confermando la chiusura del primo semestre”.

Lorenzo Sassoli de Bianchi, presidente Upa

“Sui prossimi cinque mesi purtroppo a questa propensione alla crescita fa da contrappeso il clima di incertezza e imprevedibilità che gli scenari internazionali (con l’incognita del terrorismo, della guerra mediorientale, e della Brexit in Europa) e gli scenari nazionali (con l’incognita politica del referendum, e quella dell’occupazione e di una più solida ripresa economica) sembrano ad oggi motivare qualche preoccupazione fra gli investitori”. “La chiusura dell’anno”, ha concluso, “potrebbe pertanto realisticamente attestarsi fra il +3% e il +4%”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Il presidente di Vodafone Italia, Pietro Guindani, alla guida di Asstel

Sciopero ad Askanews dopo la richiesta di 50 esuberi e cassa integrazione al 70%

A Igort (Igor Tuveri) la direzione di Linus edita da Baldini+Castoldi