23 settembre 2016 | 15:20

Facebook ammette di aver sovrastimato per due anni i dati sulle visualizzazioni video. Guai in vista con gli investitori pubblicitari

Grana metrica per Facebook. Secondo quanto riporta il Wall Street Journal, nelle scorse settimane il social ha ammesso di aver sovrastimato i dati sulle visualizzazioni dei video per due anni. Inevitabile la reazione e l’irritazione da parte dei grandi inserzionisti pubblicitari che, nonostante le rassicurazioni di Facebook sull’aver corretto l’errore adottando una nuova metodologia di calcolo, avrebbero deciso di approfondire la questione spingendo il social a fornire maggiori dettagli sul problema.

“Abbiamo recentemente scoperto un errore nel modo in cui viene calcolata una delle nostre metriche video”, ha dichiarato Facebook in un comunicato, specificando di aver già posto rimedio. ”Questo errore è stato corretto, non ha impatto sulla fatturazione e lo abbiamo comunicato ai nostri partner sia attraverso le dashboards di prodotto sia contattando il sales e gli editori”. “Abbiamo anche cambiato il nome della metrica per essere sicuri che fosse chiaro quello che misuriamo. Questa metrica è uno degli strumenti più utilizzati dai nostri partner per valutare le loro campagne video”.

Mark Zuckerberg (Foto: Olycom)

La notizia in ogni caso non può che aver messo in imbarazzo il social, che negli ultimi anni ha spinto e puntato parecchio sui video per il suo sviluppo, e un tale errore potrebbe avere delle ripercussioni sulle pianificazioni di agenzie e marketers per il futuro influenzando le loro scelte in fatto di pianificazione e spingendoli a rivedere i budget da destinare al social, rispetto magari ad altri canali come YouTube o Twitter.