Mercato

23 settembre 2016 | 14:41

Bridgestone e Lilt insieme a Milano per la campagna Nastro Rosa nella prevenzione per la lotta al tumore al seno

Insieme con gioia: è lo spirito con cui Bridgestone Italia conferma, per il quinto anno, il proprio impegno in prima linea accanto alla Lega italiana per la lotta contro i tumori, sezione di Milano, come Partner della campagna Nastro Rosa, che punta a sensibilizzare le donne sull’importanza della prevenzione per la lotta al tumore al seno.

Parlare di gioia non è casuale: come spiega una nota, infatti, l’inno alla Gioia è stato scelto per dar vita ad uno speciale concerto che sabato 1° ottobre dalle ore 16.00 animerà piazza Sempione, Arco della Pace. Ad eseguirlo, un’orchestra d’eccezione composta da tutte le donne che risponderanno all’invito ad unirsi alla causa trasmesso sui principali social network Bridgestone e Lilt e a condividere questa esperienza con l’hashtag #BridgestonexLilt.

Ogni partecipante avrà un tubo sonoro, uno strumento musicale di facile utilizzo che emette un’unica nota semplicemente battendolo sul palmo dell’altra mano; divise in cinque gruppi (uno per ciascuna nota che compone la celeberrima opera di Beethoven) sotto la guida del direttore d’orchestra Massimo Abbamonte, eseguiranno l’Inno alla Gioia per trasmettere a gran voce un messaggio semplice e allo stesso tempo di grande valore: “la prevenzione è importante e, unitamente alla diagnosi precoce, è il primo fondamentale passo nella lotta ai tumori.”

Il progetto 2016, questo speciale flash-mob musicale fatto da donne per le donne che diventa un vero e proprio Inno alla Prevenzione, punta a coinvolgere un alto numero di donne, di tutte le età “Insieme: è questa la parola che ci ha dato l’idea di mettere insieme questa originale band al femminile”. – racconta Daniela Martinez, pr & communication manager Bridgestone South Region – “Bridgestone e Lilt stanno insieme da tempo, e insieme hanno realizzato, in questi anni di collaborazione, iniziative per portare all’attenzione di tutte le donne il tema della prevenzione. Anche quest’anno, insieme puntiamo dar voce a questo messaggio. E cosa c’è di più insieme di una banda musicale? E’ così che è nata l’idea di riunire un gruppo che potesse farsi sentire, perché siamo convinte che tutte insieme possiamo gridare più forte, possiamo suonare più forte. Abbiamo scelto questo motivo musicale perché crediamo che la malattia non si sconfigga solo fisicamente, attraverso la medicina, ma anche attraverso il proprio stato d’animo, che se propenso alla gioia, è uno strumento potentissimo e fondamentale nel percorso di guarigione.”