26 settembre 2016 | 17:28

‘Fuocoammare’ candidato agli Oscar come miglior film straniero. I vertici Rai Maggioni e Campo Dall’Orto: giusto riconoscimento del talento di Gianfranco Rosi per un film che è esempio di servizio pubblico

“La candidatura di ‘Fuocoammare’ alla nomination all’Oscar come migliore film straniero è il giusto riconoscimento per un’opera in cui il talento di Gianfranco Rosi si è sposato perfettamente con la nostra missione di Servizio pubblico universale”. E’ questo il commento di Monica Maggioni e Antonio Campo Dall’Orto, rispettivamente presidente e direttore generale Rai, alla scelta della Commissione esaminatrice.

Nella foto, Monica Maggioni e Antonio Campo Dall’Orto (foto Olycom)

“‘Fuocoammare’ rinnova la migliore tradizione del nostro cinema, da sempre capace di cogliere i complessi cambiamenti della nostra società”, hanno detto ancora Maggioni e Campo Dall’Orto. “Oggi siamo doppiamente orgogliosi della scelta di mandare in onda il film in prima serata su Rai3 lunedì 3 ottobre, in occasione della Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’immigrazione. Un’attenzione confermata anche dalla scelta di far svolgere proprio a Lampedusa il Prix Italia che dal 29 settembre al 2 ottobre porterà nell’isola il meglio delle produzioni radiotelevisive, anche straniere nel suo percorso di trasformazione in media company”.

La Rai “continuerà ad investire ed a promuovere il talento e la cultura per consolidare il suo ruolo di Servizio pubblico anche a livello internazionale”, concludono Maggioni e Camp Dall’Orto.

“Gianfranco Rosi è uno dei pochi autori al mondo capace di trovare la sintesi perfetta tra qualità cinematografica altissima e la forza del cinema di denuncia, con uno sguardo sulla realtà originale e potente che sa entrare nel vivo della riflessione sociale e politica più attuale”, ha aggiunto Paolo Del Brocco, amministratore delegato di Rai Cinema.

“Per Rai Cinema che ha coprodotto il film insieme a Donatella Palermo, a Istituto Luce-Cinecittà e al Mibact, e che da anni segue e sostiene il lavoro di Rosi, ‘Fuocoammare’ rappresenta in modo esemplare la nostra visione di servizio pubblico nel cinema”, ha concluso.

Dopo aver vinto l’Orso d’Oro al Festival di Berlino, il docufilm ha partecipato a oltre 40 festival internazionali ed è stato venduto in 50 Paesi. Il 7 ottobre sarà presentato al New York Film Festival, mentre il 21 ottobre sbarcherà nelle sale americane accompagnato da una retrospettiva sul lavoro del regista al Lincoln Center di New York.