27 settembre 2016 | 18:25

Il Cda di Mediaset dà mandato ai vertici di proseguire nel contenzioso con Vivendi su Premium

Il cda di Mediaset ha dato mandato ai vertici di proseguire nel contenzioso con Vivendi relativo alla cessione di Mediaset Premium. Secondo quanto riporta l’agenzia DowJones, durante la riunione di oggi il consiglio è stato ampiamente informato su tutti i passi compiuti nello scontro legale con la società guidata da Vincent Bollorè e ha espresso apprezzamento per le mosse attuate dal management in difesa degli interessi del gruppo, raccomandando di prendere, se necessario, ogni opportuna iniziativa per portare i francesi a onorare il contratto.

Nella foto Pier Silvio Berlusconi e Vincent Bollorè

Sullo sfondo, continua l’agenzia, c’è l’eventualità che Mediaset possa chiedere che il contratto divenga effettivo attivando la procedura d’urgenza prevista dall’articolo 700 del codice di procedura civile.

Gli accordi sottoscritti all’epoca tra Mediaset e Vivendi prevedevano una scadenza per l’esecuzione del contratto al 30 settembre. Secondo i francesi superata questa data l’accordo, se non perfezionato, è da ritenersi nullo. Secondo Mediaset il termine del 30 settembre era il termine entro il quale sarebbe dovuto arrivare l’ok dell’Antitrust Europeo sull’operazione. Un ok che non è mai arrivato visto che la richiesta all’autorità europea non è stata mai effettuata dai francesi. In mancanza di un’attivazione dell’iter di fronte all’Antitrust il termina del 30/9 è destinato ad essere riscadenziato in funzione dell’avvio della procedura.