28 settembre 2016 | 18:40

Via libera dal Cda Rai all’autoregolamentazione degli stipendi ma alcune figure possono superare i 240mila euro. Tra queste cfo, cto e i direttori di Rai Pubblicità, risorse umane, comunicazione e affari legali. Campo Dall’Orto: abbiamo distinto tra ruoli editoriali e corporate

Il cda Rai ha approvato all’unanimità il regolamento sulle retribuzioni dei dirigenti che – come spiegato dal presidente Monica Maggioni in Vigilanza – recepisce il tetto di 240 mila euro ma prevede per alcune figure la possibilità di andare oltre ”in modo variabile e per un tempo determinato”. “Con il regolamento sugli stipendi la Rai stabilisce che c’è un modo per cui il limite può essere applicato garantendo il futuro dell’azienda. Dire che non si possa mai avere un manager con uno stipendio sopra i 240 mila euro è molto pericoloso”, ha detto la presidente Rai Maggioni in Vigilanza dopo l’approvazione, spiegando che “è stata individuata una linea virtuosa che risponde alla natura ibrida della Rai con poche, pochissime, figure apicali con stipendi coerenti con le linee di mercato”.

La presidente Rai, Monica Maggioni e il dg, Antonio Campo Dall’Orto

“Sugli stipendi ci siamo incamminati su una strada più attenta rispetto al passato da un lato e sostenibile dall’altro”, ha detto il dg Campo Dall’Orto, aggiungendo che se “il parlamento approverà poi il tetto è ovvio che ci adegueremo alle indicazioni di legge”. Il dg, sintetizza Ansa, ha spiegato che il documento di autoregolamentazione della Rai distingue tra ruoli editoriali, “sui quali la Rai decide sostanzialmente le condizioni di mercato”, e i ruoli corporate. “L’obiettivo – ha proseguito – è posizionarsi sotto il 20% del valore di mercato con un tetto alla parte fissa delle retribuzioni di 240 mila euro più una parte variabile”. Questo schema, per quanto riguarda le figure editoriali vale per ruoli specifici come ad esempio, ha precisato da Campo Dall’Orto, il direttore del Tg1. Per i contratti a tempo determinato fino a 3 anni è previsto un aumento del tetto del 30%.

Per quanto riguarda i ruoli corporate sono state identificate 10 posizioni che possono avere una indennità di funzione, quindi una quota fissa, legata al ruolo di 50 mila euro, oltre al normale stipendio. Tra queste figure il dg ha citato il cfo, il cto, l’ad di Rai Pubblicità, il direttore delle risorse umane, il direttore della comunicazione e quello degli affari legali.

Tra i temi affrontati anche i rilievi che l’autorità Anticorruzione ha fatto nelle scorse settimane a riguardo delle assunzioni in Rai. “I rilievi dell’Anac sono già stati presi in considerazione dal Cda, che sta recependo quelle indicazioni”, ha detto la presidente Maggioni, specificando che nella riunione di oggi del CdA è stata recepita la delibera di maggio nella quale si indicano i casi in cui il job posting non può essere eseguito. “I rilievi che Anac fa – ha specificato Maggioni – sono rispetto ad un testo che noi abbiamo elaborato su cui sono state fatte modifiche successive, non tutte ancora recepite integralmente. E’ però un testo in cui per la prima volta la Rai nella sua storia stabilisce delle regole e delle ipotesi di regole rispetto all’individuazione delle figure apicali. Prima del testo della trasparenza approvato a gennaio tutto questo non esisteva. Anac ci dà conto che abbiamo fatto uno sforzo importante e complesso e ci chiede di rendere armonici i nostri testi”, ha concluso, riferendosi al piano triennale anticorruzione e al piano sulla trasparenza.

Nel reclutamento del responsabile per la sicurezza “abbiamo agito in maniera trasparente e abbiamo già intrapreso un percorso per difendere l’azienda”, ha detto Campo Dall’Orto parlando dei rilievi sulla figura del capo della direzione Security della Rai, Genseric Cantournet, che sarebbe stato scelto da una società guidata dal padre. “L’azienda sta prendendo molto sul serio i rilievi dell’Anac”, ha aggiunto, precisando che “nelle prossime riunioni del consiglio di amministrazione verranno poste in atto tutte le azioni atte a recepire le indicazioni” che verranno dal Tesoro.