29 settembre 2016 | 16:07

Un’adeguata competenza digitale può aiutare la riqualificazione dei cinquantenni che perdono il lavoro, ma solo in pochi partecipano a corsi di formazione. Vaccarono di Google Italia: la riconversione digitale del personale è la vera grande sfida che ci aspetta – INFOGRAFICA

Roberto Borghi – Si parla tanto – e giustamente – della disoccupazione giovanile, molto meno dei cinquantenni che perdono il lavoro. Lavoratori maturi che si trovano a vivere la difficile condizione che il presidente Ipsos, Nando Pagnoncelli, definisce del ‘sandwich’, schiacciati da un lato dai tanti impegni quotidiani, dall’altro dal mantenimento di figli non ancora autosufficenti. Non è facile uscirne, ma con un po’ di impegno e di inventiva sul fronte digitale qualche occasione può sbucar fuori. Almeno è quanto dice la ricerca sulle ‘Competenze digitali e lavoro tra gli italiani over 50′ commissionata da Google a Ipsos e presentata stamattina da Fabio Vaccarono, managing director di Google Italia e Nando Pagnoncelli.

Nel corso della presentazione della ricerca Vaccarono ha anche sottolineato come in Gran Bretagna, Paese che come numeri e dimensioni è simile all’Italia, il 15% del Pil arriva già dall’economia digitale. Ma le competenze digitali non sono ancora sufficenti per coprire la domanda. Il 50% dei cittadini europei, infatti, non ha competenze digitali adeguate e da qui al 2020 si calcola che resteranno vacanti 1 milione di posti di lavoro.

Pagnoncelli e Vaccarono

Ecco cosa è emerso dalla ricerca Competenze digitali e lavoro tra gli italiani over 50′.

Quanto i 50/60enni di oggi in cerca di lavoro sono consapevoli dell’importanza di possedere competenze digitali? Qual è il loro rapporto con Internet? Quali le barriere e i benefici percepiti?  Questi alcuni dei quesiti posti dalla ricerca commissionata da Google a Ipsos, che ha indagato il rapporto col web degli italiani in questa fascia d’età[2]. Impiegati, operai, artigiani, ma anche dirigenti, lavoratori autonomi e imprenditori, da Nord a Sud, hanno raccontato come si approcciano al mondo di Internet e quanto considerano le competenze digitali rilevanti per reinserirsi nel mondo del lavoro.

Con che frequenza e come utilizzano Internet?

Secondo quanto emerge dallo studio di Ipsos, la fascia di popolazione degli over 50 ha con Internet e con gli strumenti digitali un rapporto ambivalente. Indubbio l’utilizzo del mezzo: il campione dichiara infatti di accedere al web quotidianamente nella maggior parte dei casi (78%), per lo più da smartphone (77%), e di essere in grado svolgere con dimestichezza attività elementari come spedire o ricevere email o utilizzare un motore di ricerca.

 

L’importanza di possedere competenze digitali è largamente riconosciuta

Gli intervistati riconoscono in maniera quasi unanime (94%) la rilevanza delle competenze digitali, tanto per la sfera personale quanto per il mondo del lavoro.

 

Le competenze digitali sono importanti..

 

PER ESSERE CONTEMPORANEI Il web mi permette di essere al passo con i tempi, di risparmiare tempo e risorse: molti servizi li posso gestire online e comunicare velocemente con i clienti o i fornitori.Titolare negozio abbigliamento e accessori
PER IL LAVORO Credo che qualsiasi lavoro farai, il computer è una necessità e avere competenze digitali sarà indispensabile.Elettricista
PERCHÉ MIGLIORA LA VITA Perché il mondo si è evoluto: ora le comunicazioni sono più veloci, più economiche se si sa utilizzare internet.Impiegata contabile
PER COMUNICARE E FARSI CONOSCERE Saper usare gli strumenti del web incentiva la creatività, la comunicazione e l’innovazione.CommercianteFacilitano le relazioni, accorciano le distanze e danno la possibilità di cercare un lavoro, riducendo i tempi.Impiegata amministrativa
 PER ESSERE AGGIORNATI Scopri nuovi interessi, sei sempre aggiornato.Dirigente azienda di servizi È il futuro, risparmi tempo e puoi essere aggiornato in tempo reale su tutto.Ristoratore

 

Per quasi il 60% degli intervistati, possedere skill in ambito digitale favorisce la ricerca di una nuova occupazione, sia che si voglia restare all’interno del proprio ambito lavorativo, sia come opportunità per aprire nuovi sbocchi professionali.

 

..e diventano cruciali nel mondo del lavoro

 

NETWORKING Creano una vera rete di contatti con la quale condividere le esperienze lavorative e reinventarsi.Commerciante
AUMENTARE LA PROPRIA VISIBILITÀ Social e digital marketing aiutano a farsi conoscere, creare siti web, farsi pubblicità e trovare nuove opportunità.Lavoratore autonomo
SVILUPPARE IDEE E NUOVI PROGETTI Il web oggi permette di lavorare con più facilità: potrei anche fare tutorial di trucchi promuovendomi come vlogger, cosa che sto pensando di fare.Impiegata Centro estetico
HOW TO (CAPIRE COME FARE) Aiutano nella gestione amministrativa soggetti che vogliono avviare una piccola attività in proprio.Impiegata amministrativa
CERCARE INFORMAZIONI Mi supportano nel seguire l’evoluzione del momento e le richieste dei clienti. Titolare ditta manutenzione caldaie

 

 

…Ma da un punto di vista formativo esistono forti lacune

Nonostante la dichiarata consapevolezza dell’importanza delle competenze digitali, emerge tuttavia una profonda lacuna dal punto di vista formativo: solo il 14% degli intervistati ha infatti svolto negli ultimi  2 o 3 anni  corsi o approfondimenti per ampliare e migliorare le proprie competenze digitali.

 

Quali sono le barriere?

Diverse le ragioni fornite dal campione per giustificare questo gap: il 48% dichiara di aver dato priorità ad altro; il 45% di non aver avuto ancora l’occasione di approfondire attraverso un momento dedicato alla formazione, mentre il 22% cita la mancanza di tempo come un limite. Tutte motivazioni che sembrano comunque escludere un disinteresse.

Non ho mai avuto tempo di approfondire –  Impiegata Centro estetico

Onestamente, non sapevo come fare – Artigiano

Non è mai capitata l’occasione – Dirigente azienda di servizi

D’altra parte, gli ostacoli a una piena fruizione del digitale riscontrati tra i 50-60enni italiani non rappresentano barriere insormontabili: una completa padronanza della lingua inglese (22%), la mancanza di una figura che sia una guida a cui fare riferimento (20%), la difficoltà di dare concretezza a quanto si apprende (13%) sono i timori manifestati più frequentemente da chi si approccia al web.

 

Eccellenze in digitale: un’offerta di Google per colmare il gap formativo

Per contribuire a indirizzare queste istanze, Google è impegnata da diversi anni in progetti gratuiti volti a favorire la diffusione della cultura digitale tra le imprese, i giovani e i meno giovani in cerca di occupazione. Un’esigenza sottolineata anche dalla Commissione Europea[3] secondo cui, entro il 2020, l’85% di tutti i lavori necessiterà di competenze digitali.

 

La piattaforma Eccellenze in digitale, offre a tutti gli utenti un percorso per accrescere o ampliare le competenze digitali di base, gratuitamente, attraverso semplici moduli arricchiti da testimonianze e storie di successo. Un corso di formazione online di 10 ore, strutturato in 23 argomenti e oltre 80 lezioni, permette di ampliare e approfondire le competenze digitali, al servizio del mondo del lavoro: da come costruire la propria presenza online, all’utilizzo di mappe e social media per promuoversi al meglio, fino all’attivazione di canali di vendita sul web.

 

Gli intervistati hanno valutato positivamente la piattaforma “Eccellenze in digitale”, considerata molto utile dal 72% del campione.

 

Numerose le motivazioni fornite:

Mi piace, perché permette di approfondire alcune tematiche che potrebbero essere sfruttate nella ricerca di nuove idee commerciali e commercializzabili.

Titolare negozio abbigliamento e accessori

 

Hai la possibilità di aggiornarti in maniera reale e senza spreco di tempo e denaro, direttamente da casa.

Ristoratore

 

E’ pratico: tramite questo corso spero di poter migliorare l’utilizzo di internet a livello commerciale.

Negoziante settore abbigliamento

 

Hai la possibilità di personalizzare il tuo percorso, esistono dei video che possono aiutarti.

Commesso negozio di ferramenta

 

Mi piacciono i tutorial, la possibilità di valutare i propri progressi e di prendere spunto da storie vere.

Responsabile contatti estero di una azienda di diffusione tessile

 

Un linguaggio semplice, una grafica intuitiva, la presenza di video e di storie di successo a cui ispirarsi e, infine, la suddivisione in lezioni sono gli aspetti maggiormente graditi dagli intervistati.

 

Nel febbraio scorso a Bruxelles abbiamo annunciato il nostro impegno per formare 2 milioni di cittadini europei, mettendo a disposizione la nostra expertise in materia di digitale. La necessità di acquisire competenze sul web, come ha dimostrato la ricerca di Ipsos, non riguarda solo i giovani in cerca di prima occupazione, ma anche coloro che hanno alle spalle una storia professionale e sono oggi alla ricerca di un nuovo lavoro” - ha dichiarato Fabio Vaccarono, Managing Director di Google in Italia. “Grazie alla piattaforma “Eccellenze in Digitale” vogliamo dare una opportunità concreta a tutti, offrendo un bagaglio di conoscenze e la possibilità di avvicinarsi al digitale attraverso un corso gratuito, fondamentale per imparare a muovere i primi passi online.

 


[1] Secondo stime basate su dati Istat una fascia di circa 300-500mila persone.

[2] Il campione di 204 casi è articolato come segue: distribuito per area geografica (27% Nord Ovest; 27% Nord Est; 24% Centro; 22% Sud e Isole), distribuito per ampiezza centro abitato (34% residente in comuni con meno di 30mila abitanti; 32% in comuni con 30mila-100mila abitanti; 34% in comuni con oltre 100mila abitanti), 60% uomini – 40% donne, 30% laureati – 70% diplomati, tutti utilizzatori di Internet almeno qualche volta, disoccupati/senza una occupazione stabile da non più di 2 anni.

 

[3]  Stime http://www.cedefop.europa.eu/