L’Italia ha bisogno di un piano per la sicurezza informatica, dice il dg del Dis, Alessandro Pansa. Importante la cooperazione con il privato

“L’Italia ha bisogno di un progetto nazionale di cybersecurity che in una nuova accezione di sicurezza nazionale possa confrontarsi con le nuove minacce”. Lo ha affermato Alessandro Pansa, direttore generale del Dis, intervenendo a “Cybertech Europe”.

Alessandro Pansa, direttore generale del Dis (foto: Olycom)

Per Pansa, “una delle priorità della nuova edizione del piano nazionale potrebbe essere l’implementazione di un laboratorio governativo dove testare i sistemi informatici prima del loro impiego nell’ambito di infrastrutture critiche, sia governative che private”. Obiettivo che “non può essere conseguito senza un approccio multi-stakeholder, basato sulla cooperazione con il settore privato”.

Un progetto che, secondo il direttore del Dis, “potrà utilmente beneficiare della dotazione messa a disposizione dalla legge di stabilità per il 2016”

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Usigrai denucia: tutto fermo per un “mortificante totonomine”, serve scatto di orgoglio di ad e CdA

Fisi, presentati a Milano i tre Mondiali di Fassa 2019, Anterselva 2020 e Cortina 2021. Roda rilancia: portiamo le Olimpiadi in Italia

NOVITA’: La classifica internazionale dei brand automobilistici più attivi sui social e dei post più condivisi a settembre