Un pool di avvocati e docenti al fianco dei giornalisti perseguitati in Turchia. Offrono consulenza a titolo gratuito per fare ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo

E’ nato un pool di avvocati e docenti universitari italiani per offrire consulenza legale a giornalisti, magistrati, avvocati e a tutti coloro che sono vittime di persecuzioni in Turchia e in altre aree di crisi.

Come spiega l’Fnsi sul suo sito, a promuovere l’iniziativa sono stati Marina Castellaneta (professore associato di diritto internazionale e giornalista pubblicista), Andrea Saccucci (Seconda Università di Napoli), Francesca De Vittor (Università Cattolica), Benedetta Piola Caselli (avvocato, Roma), Antonio Marchesi (Università di Teramo, presidente di Amnesty International Italia), Cesare Pitea (Università di Parma) e Pasquale de Sena (Università Cattolica).

Il gruppo offre consulenze a titolo gratuito, a giornalisti e non solo, ai fini di un ricorso individuale alla Corte europea dei diritti dell’uomo.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Al forum di Wpp Italia e TEH Ambrosetti tutto sui Millennials, la generazione che sta cambiando la società e la pubblicità

Malagò ancora contro il Governo: con quattro righe è stato ucciso il Coni

Il Wall Street Journal vara una task force contro fake news e video artefatti