29 settembre 2016 | 12:06

Un pool di avvocati e docenti al fianco dei giornalisti perseguitati in Turchia. Offrono consulenza a titolo gratuito per fare ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo

E’ nato un pool di avvocati e docenti universitari italiani per offrire consulenza legale a giornalisti, magistrati, avvocati e a tutti coloro che sono vittime di persecuzioni in Turchia e in altre aree di crisi.

Come spiega l’Fnsi sul suo sito, a promuovere l’iniziativa sono stati Marina Castellaneta (professore associato di diritto internazionale e giornalista pubblicista), Andrea Saccucci (Seconda Università di Napoli), Francesca De Vittor (Università Cattolica), Benedetta Piola Caselli (avvocato, Roma), Antonio Marchesi (Università di Teramo, presidente di Amnesty International Italia), Cesare Pitea (Università di Parma) e Pasquale de Sena (Università Cattolica).

Il gruppo offre consulenze a titolo gratuito, a giornalisti e non solo, ai fini di un ricorso individuale alla Corte europea dei diritti dell’uomo.