Protagonisti del mese

30 settembre 2016 | 9:56

Sorrisi e bugie a Cinque Stelle

“Gli esponenti del Movimento5 Stelle non vogliono contraddittori, nè la presenza in studio di persone sgradite e cercano di scegliersi i giornalisti neanche fossero vecchie volpi democristiane”. Lo afferma Jacopo Iacoboni, giornalista della stampa e grande esperto del movimento dei grillini in un’intervista a ‘Prima Comunicazione’. “Dalla morte di Casaleggio anche la comunicazione e le rigidissime regole di comportamento imposte dal capo sono saltate. Oggi i loro leaderini sono senza freni nel cercare visibilità mediatica e addirittura famelici quando si tratta di televisione” dice.

Non si sono ancora raffreddate le polemiche sugli insulti e aggressioni ai giornalisti durante la recente manifestazione dei pentastellati a Palermo. “La comunicazione dei 5 Stelle prima era in mano a Nicola Biondo, reporter di mafia preparato e apprezzato da Casaleggio. Quando lui se n’è andato gli scalatori hanno avuto campo libero. Le cordate, gli arrivismi, le falsità e il modo di comunicare sempre più frivolo e arrogante è diventato la scena comune dentro il Movimento a Roma”, spiega Iacoboni.

“Adesso a capo della comunicazione c’è Rocco Casalino, allevato nel sistema delle relazioni del ‘Grande Fratello’, e sta conquistando potere Silvia Virgulti, la coach tv, fidanzata di Di Maio. Loro controllano, selezionano e gestiscono le apparizioni video. Alcuni, gli amichetti, vanno sempre in tivù, altri mai”.

L’articolo è sul mensile Prima Comunicazione n. 475 – Settembre 2016

Abbonati al mensile ‘Prima’ edizione cartacea (+ Uomini Comunicazione), alla versione digitale per tablet e smartphone o a quella combinata carta-digitale: Prima + Uomini + edizione per tablet e smartphone