30 settembre 2016 | 11:56

Siamo nella Fondazione per il Libro perchè il nostro obiettivo è la promozione della lettura, dice Gros-Pietro. Dispiaciuti per il clima di concorrenza tra Milano e Torino

“Noi siamo entrati nella Fondazione per il Libro perché ne condividevamo gli obiettivi di promozione della lettura e del libro e così continueremo a fare”. Il presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros-Pietro, assicura così il sostegno dell’istituto di credito al Salone del Libro di Torino dopo lo strappo con gli editori che organizzeranno una nuova manifestazione dedicata al libro a Milano.

“Mi spiace che tra Torino e Milano sia sia venuto a creare questo clima di concorrenza”, ha aggiunto Gros-Pietro a margine dell’inaugurazione a Torino della nuova sede dell’Agenzia per il Lavoro Synergie Italia il 29 settembre. “Avere interessi diversi non vuol dire essere confliggenti”, ha spiegato. “Io credo invece valga la pena e si possa trovare sinergie”.

Gian Maria Gros-Pietro (foto Olycom)

Ai nuovi vertici del Salone del Libro di Torino, riporta Ansa, Gros-Pietro non dà consigli: “non spetta a noi presentare progetti. Non ci arrogheremmo questo diritto”, ha concluso.