03 ottobre 2016 | 18:56

Dobbiamo lavorare a un grande piano di risanamento e di rilancio per il Sole, dice il presidente di Confindustria Boccia: il dossier è tra le nostre priorità. Azioni di responsabilità nei confronti degli ex vertici? Sono cose che non conosco

“Dobbiamo lavorare a un grande piano di risanamento e di rilancio, adesso il dossier è tra le nostre priorità”. Il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, a margine dell’assemblea dell’associazione bergamasca, si è espresso così sulla situazione del ‘Sole 24 Ore’, dopo il terremoto che nel fine settimana ha investito i vertici dell’editrice. “Faremo delle belle cose”, ha detto, aggiungendo che “faremo assolutamente l’aumento di capitale”.

Parlando delle dimissioni del presidente Squinzi e di altri 4 consiglieri, Boccia ha affermato: “le rispettiamo e adesso andiamo avanti perché la situazione del Sole va seguita con attenzione ai massimi livelli. Il presidente di Confindustria non può chiedere alibi a nessuno”.

Nessun riferimento alla squadra che guiderà ora il Gruppo.

Vincenzo Boccia (foto Olycom)

Boccia non si è espresso invece su possibili azioni di responsabilità nei confronti degli ex vertici affermando che “entriamo nel merito di cose che non conosco, ora prendiamo in mano il dossier e vediamo”. Quanto infine a possibili operazioni di fusione e riorganizzazioni del gruppo, Boccia ha ribadito: “riguardano la gestione interna, mentre io posso occuparmi dell’aumento di capitale ove dovesse servire, vedremo il piano industriale”, ha concluso.