05 ottobre 2016 | 13:01

Dopo il voltafaccia di Vivendi, riprendono i contatti tra Sky e Mediaset per Premium, scrive il ‘Corriere’. La prossima settimana prima riunione tra gli staff ‘tecnici’

Manovre di avvicinamento tra Sky e Mediaset per Premium. Lo scrive oggi il ‘Corriere della Sera’, ribadendo che il viaggio di Silvio Berlusconi a New York non sarebbe dettato solo da esigenze mediche, ma anche da questioni di affari. “Non che l’ex premier sia andato a offrire a Murdoch la pay tv di Cologno”, scrive il Corriere sottolineando come non sia certo che l’ex Cavaliere e Rupert Murdoch riescano a incontrarsi personalmente, ma che ci sia un riavvicinamento in corso tra le due parti sembra chiaro, viste anche le circostanze.

I primi colloqui di due anni fa erano tramontati per il mancato accordo sul prezzo di Premium, valutata da Sky 600 milioni, contro il miliardo chiesto dal Biscione, ma ora, “dopo l’improvviso voltafaccia di Vivendi, appreso dalle parti di Sky come una sorta di scampato pericolo”, i contatti si sarebbero rimessi in moto già da luglio.

Nella foto Rupert Murdoch e Silvio Berlusconi

Tra Mediaset e Vivendi ci sono anche dei contenziosi legali proprio per la mancata esecuzione del contratto su Premium e anche se l’ad della media company francese, Arnaud de Puyfontaine, ha fatto intendere che ci siano in corso dei colloqui, dalle parti di Cologno si sentono “liberi di esplorare nuove strade”. “All’inizio della prossima settimana, secondo fonti vicine al dossier, dovrebbe iniziare il dialogo tra le due strutture tecniche di Mediaset e Sky”, scrive ancora il giornale, sottolineando come “ci sarebbe la disponibilità a trattare un possibile accordo senza porre pregiudiziali sul prezzo”, vista anche la quasi certezza di poter vincere un’eventuale battaglia legale con Vivendi con un risarcimento che potrebbe salire fino a 2 miliardi.