05 ottobre 2016 | 18:40

Da gennaio in arrivo un nuovo settimanale da 100mila copie per Rcs, dice Cairo. Non credo nei ritorni, preferisco lanciare nuovi prodotti. La situazione al ‘Sole’? Non è piacevole per nessuno, mi ricorda quello che era accaduto qui

Un nuovo prodotto in arrivo per gennaio o forse prima. A dirlo Urbano Cairo, a margine della presentazione del nuovo ‘Io Donna’. “E’ la prima delle novità che abbiamo”, ha spiegato l’editore parlando del magazine femminile del ‘Corriere della Sera’. “Ne abbiamo tante altre. Ad esempio una nuova idea che mi è venuta in mente”, ha aggiunto specificando che si tratterebbe di “un settimanale da 100 mila copie edito da Rcs”.

“E’ una idea di cui parlerò al direttore Fontana, anche se ‘Il Corriere’ non c’entra nulla”. “Io non sono per il ritorno di testate chiuse, non credo nei ritorni”, ha detto riferendosi poi al ‘Mondo’, “è meglio lanciarne di nuovi”.

Sul restyling di ‘Io Donna’  ha aggiunto: “Un lavoro fatto bene, prima che io arrivassi”. “Non ho fatto molto”, ha spiegato. “Oltretutto è risaputo che io sono per i giornali popolari, avrei rischiato di rovinarlo”. ”In Rcs abbiamo delle risorse di alto livello e ritengo sia giusto fare le cose al nostro interno. Il nuovo Io Donna è la dimostrazione di quanto sto affermando”, ha ribadito. “Le persone che abbiamo amano il loro lavoro. Con Io Donna c’è stato un impegno importante di pensiero. C’é stata tutta la redazione che si é concentrata per arrivare a questo prodotto”.

Urbano Cairo

Tornando sulle tempistiche di lancio del nuovo prodotto ha spiegato: “Lanciare a gennaio nuovi prodotti va bene per le campagne di comunicazione: se ne possono fare di massicce e a buoni prezzi”.

“I rapporti sono positivi, non c’è nessun problema”, ha detto Cairo, rispondendo ad una domanda dei giornalisti sull’assenza di Della Valle dal cda dei giorni scorsi. “Mi ha telefonato ieri per dirmi il motivo dell’ assenza per impegni. Mi ha anche detto che verrà al prossimo cda. Abbiamo parlato anche della partita del Toro e mi ha preso in giro”, ha detto riferendosi all’ultimo turno di campionato in cui è andato in scena il match Torino-Fiorentina, vinto dai Granata per 2 a 1. “É stata una telefonata simpatica”.

Immancabile poi un riferimento alla stringente attualità editoriale, con l’approvazione ieri alla Camera del ddl editoria e la situazione del Sole 24 Ore. ”Non ho ancora letto tutto il testo della nuova legge”, ha detto. “Attendo di leggerlo prima di poter esprimere delle opinioni”. ”Faccio un in bocca al lupo a Del Torchio, Boccia ed alla redazione per uscire rapidamente dalla fase del risanamento”, ha affermato invece in merito alle vicende relative al quotidiano di Confindustria. “Quello che sta succedendo al Sole – ha aggiunto – non é piacevole per nessuno. Mi ricorda quello che era accaduto Rcs. É un giornale importante ed io non ho nessuna velleitá, penso solo a Rcs”.