Mercato

05 ottobre 2016 | 18:15

Tom’s Hardware traina la crescita di Purch Italy

Il gruppo editoriale specializzato in tecnologia Purch ha registrato un aumento di traffico del 10% nel primo semestre 2016. La crescita del gruppo, spiega una nota, è trainata da Tom’s Hardware, il sito dedicato a chi cerca test su prodotti, recensioni, approfondimenti, tutorial e guide.

Online nell’edizione italiana dal 2003, Tom’s Hardware registra ogni mese 12 milioni di pagine viste e oltre 1.8 milioni di utenti unici (Fonte: Audiweb, gennaio – luglio 2016), più di 250mila sessioni su Google Play Edicola e 3 milioni di schermate visualizzate da app (Fonte: Google Analytics, settembre 2016).

E sono oltre 7mila partner del gruppo, tra cui Asus, Dell, Intel, LG, Samsung, Sony e molti altri, che contribuiscono a generare ogni anno più di un miliardo di dollari di transazioni commerciali, di cui 3 milioni di euro solo in Italia. Nel perseguire la propria mission l’azienda ha visto una rapida crescita anche sul piano dei contenuti, con la recente acquisizione del marchio Mobile Nation della casa editrice americana Ziff Davis e la conseguente annessione alla piattaforma Purch dei siti Android Central, iMore e Windows Phone Central.

Roberto Buonanno, fondatore e responsabile di Tom’s Hardware Italia, ha dichiarato: “Nel 2003 siamo stati pionieri in Italia nell’informazione tecnologica online e in questi 13 anni abbiamo nutrito e fatto crescere un network di lettori fedeli, appassionati e competenti, che riconoscono in Tom’s Hardware una fonte d’informazione imparziale ed affidabile, ma anche un territorio in cui poter commentare, dialogare con i nostri esperti e contribuire alla qualità dell’informazione, a vantaggio dell’intera community. Il livello di engagement del nostro pubblico è un elemento prezioso non soltanto per la crescita del nostro progetto editoriale, ma anche per migliaia di inserzionisti che cercano un canale di comunicazione efficace in un mercato sempre più competitivo.”