Mercato

06 ottobre 2016 | 15:04

Cose belle d’Italia dedica una campagna alle bellezze uniche d’Italia

“Quanto, della bellezza che ci circonda, lasceremo in eredità ai nostri figli?”. Così apre il nuovo spot del Gruppo Cose Belle d’Italia, lanciato ieri sui profili social del Gruppo, dedicato all’unicità del nostro Paese traducendo in immagini, parole e musica il Manifesto del Gruppo scritto nel 2013 dal Presidente e Fondatore Stefano Vegni.

L’arte, la storia, la cucina, il paesaggio, si legge in una nota, sono alcuni degli elementi di maggior vanto del nostro Paese, così diversi, ma allo stesso tempo così imperniati nella nostra tradizione, nella nostra quotidianità e nelle nostre passioni.

Cose Belle d’Italia è convinta che esista un elemento che caratterizzi indissolubilmente ciascuno di essi: le emozioni che suscitano. Ed è proprio l’emozione, nella sua accezione più pura, la protagonista della campagna. Il bello italiano – prosegue la nota – viene vissuto come un valore da preservare per essere tramandato quale patrimonio artistico, culturale, economico incommensurabile ai bambini dell’oggi, per il mondo di domani.

La campagna, prodotta dal team di comunicazione di Cose Belle d’Italia, era stata preannunciata dal video teaser lanciato ad agosto 2016, il cui successo ha permesso alla pagina Facebook del Gruppo di raggiungere rapidamente i 10.000 follower, obiettivo prefissato al momento della pubblicazione.

Cose Belle d’Italia è un Gruppo che aggrega realtà italiane rappresentanti l’eccellenza del made in Italy sposando i valori eterni della bellezza, della cultura e del bel vivere italiani. Opera nella creazione di format di entertainment, nei media e nell’editoria, negli eventi culturali e sportivi, nella nautica, nel food, nel design, nella musica e nel turismo, con il fine di valorizzare e preservare il saper fare italiano. Fanno parte di Cose Belle d’Italia: Alberto Del Biondi, Industria del Design, Laverda Collezioni, Nerocarbonio, Maestria, Vismara Marine, Apreamare e Maestro, FMR, UTET Grandi Opere, Arte del Libro, Antica Tostatura Triestina e Feletti, le riviste e piattaforme “Amadeus”, “Il Mondo del Golf Today”, “Sci-Il Mondo della Neve”, “La Madia Travelfood” e i magazine “Yacht Capital” e “Watch Digest” acquisiti di recente.

“A partire dal 2013, Cose Belle d’Italia ha rilanciato 15 storici brand italiani contribuendo a preservare il patrimonio straordinario del nostro Paese”, così chiude lo spot. Dopo tre anni di crescita, è il momento per il Gruppo di presentarsi direttamente alla società, ai cittadini, ai consumatori, adulti e bambini, accompagnando i piani di Cose Belle d’Italia con progetti di entertainment e commerciali, modello unico di pura eccellenza.