Mercato

07 ottobre 2016 | 15:42

Stocard, l’app che permette di registrare le carte fedeltà sul cellulare, sbarca in Italia e apre una sede a Roma

La startup tedesca Stocard apre una sua sede italiana a Roma, nominando Valeria Santoro, come country manager. L’obiettivo dell’app, lanciata nel 2011 a Mannheim in Germani, è quello di aiutare i rivenditori locali a comunicare offerte ai clienti, trasferendo le carte fedeltà dal portafogli reale a uno digitale. E l’intento per i prossimi mesi,  spiega una nota stampa, grazie a 4 milioni di finanziamenti ottenuti, è anche quello di sviluppare un sistema per i pagamenti via smartphone, continuando l’espansione internazionale.

Ad oggi sono in tutto circa 10 milioni gli utenti, dei quali 2 milioni risiedono nel nostro Paese, dove Stocard collabora con quasi 200 clienti, tra i quali anche Carrefour, Esselunga, MediaWorld e Auchan.

“Il cliente italiano medio ha almeno 10 carte fedeltà, ma la realtà è che nessuno le porta tutte con sè nel portafoglio”, ha spiegato Santoro, sostenendo che l’utilizzo dell’app non sia conveniente solo per i consumatori. “Stocard semplifica il processo di fidelizzazione dei clienti, così da poter accumulare online ed in un unico luogo punti e vantaggi.
Per i brand l’opportunità è immensa; Stocard mette fine al problema del portafoglio in disordine, assicurando poi una maggiore partecipazione ai programmi di fidelizzazione.”

“L’App si destina a due tipologie di clienti”, ha spiegato ancora scendendo nel dettaglio. “Gli ‘accaniti’, che hanno troppe carte fedeltà, e i ‘contrari’ che evitano di iscriversi a nuovi programmi di fidelizzazione in modo da non vedere il proprio portafoglio ingigantire”. “In Italia coloro che trarranno particolare beneficio saranno i negozi di alimentari, gruppi di farmacie, negozi di moda e le compagnie aeree”, ha concluso sottolineando come per chi usa Stocard si sia notata “spesso una crescita, che raggiunge fino al 20% delle vendite”.